Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata


2 commenti

Ricostruire il Paese. Facciamo la nostra parte.

A Pierluigi Bersani, Nichi Vendola, Riccardo Nencini;

Alle assemblee nazionali di Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libertà e Partito Socialista Italiano;

Le primarie dei Progressisti appena terminate hanno regalato una bellissima pagina di partecipazione e di festa ad un Paese, il nostro, offeso e ferito da troppi anni di pessima politica che hanno allontanato i cittadini dall’idea di bene comune e ci restituiscono l’immagine di un’Italia che ha scommesso sul proprio futuro affidando al centrosinistra una grande responsabilità: il cambiamento.

Se la crisi economica del Paese e la crisi morale che ha attraversato la politica dipingevano un’Italia rassegnata, impaurita, arrabbiata o disinteressata, il 25 novembre e il 2 dicembre 2012 oltre tre milioni di elettrici ed elettori hanno voluto dare un segnale forte, chiedendo più coraggio, più partecipazione, più volontà di voltare pagina. Insieme, per restituire all’Italia la speranza.

Se, come è prevedibile, le prossime elezioni politiche saranno regolamentate dal Porcellum, una legge infame che ha tolto ai cittadini il potere di scelta, è però nelle nostre possibilità di donne e uomini di centrosinistra fare in modo che al popolo delle primarie, alle nostre elettrici e ai nostri elettori, siano date le chiavi per esprimersi sui rappresentanti in Parlamento che in primavera saranno chiamati a governare l’Italia nei prossimi cinque anni.

Diceva Gandhi: “Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”.

Ecco perché noi, donne e uomini del centrosinistra, chiediamo ai partiti che hanno partecipato alle primarie Italia Bene Comune, PD SEL e PSI, di attivare tutti gli strumenti, dalle primarie alle assemblee popolari, per la discussione e la scelta dei candidati nelle nostre liste. Per restituire a chi ha partecipato alle primarie la fiducia che è stata riposta in noi.

C’è chi il cambiamento lo invoca a gran voce. Noi vogliamo esserlo, davvero.

Istruzioni per sottoscrivere l’appello a fondo pagina

Firmatari

Livio Noto – Coordinatore circolo SEL “Palombella Rossa”, Trapani

Maria Pia Erice – Responsabile comunicazione SEL Sicilia

Sabrina Rocca – PD Trapani, Pres. Ass. TrapaniCambia

Federica Maineri – Assessore Provincia di Lucca, circolo SEL Viareggio Lèp

Giuseppe Civati – Consigliere regionale, PD, Monza

Francesca Terzoni – Direzione regionale PD Lombardia

  1. Alessio Cartocci Sideri – PD Roma
  2. Andrea Prestianni – elettore del centrosinistra, Castelbuono (PA)
  3. Andrés Lasso – elettore del centrosinistra, Firenze
  4. Angelo Benivegna – elettore del centrosinistra, Trapani
  5. Anna Lazzaro – SEL Licata (AG)
  6. Annamaria Cillufo – elettrice del centrosinistra, Castelbuono (Pa)
  7. Antonello Badessi – circolo SEL Casal Bruciato, Roma
  8. Antonino Munafò – elettore di centrosinistra, Barcellona Pozzo di Gotto (ME)
  9. Antonio Carnevale – SEL Lucca
  10. Antonio Di Maria – elettore di centrosinistra, Forlì
  11. Antonio Nannipieri – coordinamento federale SEL Lucca
  12. Antonio Scalabrino – elettore del centrosinistra, Trapani
  13. Assunta Aiello – circolo SEL “Palombella Rossa”, Trapani
  14. Astrid Di Pasquale – circolo SEL “Palombella Rossa”, Trapani
  15. Beatrice Piantini – Consigliere comunale SEL Lucca
  16. Carlo Mazziotta – circolo SEL Danilo Dolci, Trapani
  17. Cinzia Laconi – elettrice di centrosinistra, Forlì
  18. Claire Marie Scalabrini – SEL Marsala (TP)
  19. Claudia Rizzo – SEL Palermo
  20. Corina Gabriela Oros – elettrice del centrosinistra Tivoli (RM)
  21. Corinna Mologni – elettrice del centrosinistra, Ivrea (To)
  22. Costanza Forli – circolo SEL Garfagnana
  23. Dalila Russo – tesserata SEL, Balestrate (PA)
  24. Daniela D’Aguanno – elettrice del centrosinistra, Cassino (FR)
  25. Daniela Grossi – Portavoce Conferenza Democratiche della Lucchesia (Lucca)
  26. Daniele Ceragioli – PD Viareggio (LU)
  27. Davide Maglietta – elettore del centrosinistra, Casale Monferrato (AL)
  28. Diana Amoruso – elettrice del centrosinistra, Trapani
  29. Elena Sofia Trimarchi – SEL Firenze
  30. Elisabetta Lo Medico – SEL Bagheria (PA)
  31. Enrico Acciai – SEL Firenze
  32. Enzo Giuffrida – elettore Centrosinistra Rovigo
  33. Epifanio Bellini – segretario Circolo PD “E. Berlinguer”, Agrigento
  34. Ermanno La Commare – circolo SEL “Palombella Rossa”, Trapani
  35. Ezio Pagano – elettore di centrosinistra, Trapani 
  36. Fabiano Zara – elettore di centrosinistra, Treviso
  37. Fabio Nacchio – CoordinatoreSEL Castelnuovo Rangone (MO)
  38. Federica Gatto – elettrice di centrosinistra, Palermo
  39. Flavio Merlo – coordinatore circolo SEL Bassano del Grappa (VI)
  40. Francesco Agus – Coord. prov. SEL Cagliari
  41. Francesco Caleca – PD Milano
  42. Francesco Mastrolembo – SEL Nebrodi, Piraino (ME)
  43. Franco Cascio – SEL Terrasini (PA)
  44. Gabriella Buzzone – SEL Caltagirone (CT)
  45. Gemma Marino – consigliera comunale SEL, Caltagirone (CT)
  46. Geronimo Madrigali – coordinatore circolo SEL “Libertà è Partecipazione” Viareggio (LU)
  47. Giacomo Muntzer Trombi – elettore del centrosinistra, SEL Vienna
  48. Giandomenico Potestio – SEL Firenze
  49. Gianmarco Piccone – SeL marsica
  50. Gianni Pera – elettore del centrosinistra, Canossa (RE)
  51. Giorgio Mazzini – elettore del centrosinistra, Trapani
  52. Giovanna Consonni – SEL Sondrio
  53. Giovanni Portuesi – Cons. comunale PD, Castallammare del Golfo (TP)
  54. Giulia Rosa Giacalone – circolo SEL “Palombella Rossa”, Trapani
  55. Giuliana Buzzone – Sel Caltagirone (Ct) 
  56. Giuseppe Ortisi – consigliere provinciale SEL Trapani
  57. Giuseppina Buscaino – assemblea regionale SEL Campania, Altavilla Silentina (SA)
  58. Gladio Zamperini – SEL Bologna
  59. Hileg Elena Iannuzzi – circolo SEL Leoncavallo, Milano
  60. Irene Crobu – Circolo PD Nurachi (Or)
  61. Josephine Buzzone – elettrice del centrosinistra, Caltagirone (CT)
  62. Letizia Andreini – coordinamento prov. SEL Pisa
  63. Lillo Fede – elettore di centrosinistra, Trapani
  64. Livio Pacini – SEL Livorno
  65. Lorella Lo Rizzo – circolo SEL Cavallino (LE)
  66. Lorenzo Borghesi – coordinamento prov. SEL Lucca
  67. Lorenzo Lanza – elettore del centrosinistra, Pandino (CR)
  68. Lorenzo Pedroni – elettore del centrosinistra, Emilia Romagna
  69. Luciano Conti – SEL Livorno
  70. Luciano Montauti – coordinamento prov. SEL Livorno
  71. Luigi Ceccon – elettore del centrosinistra, Roma
  72. Luigi Spagnolo –  elettore del centrosinistra, Ponte Lambro (CO)
  73. Marco Fiaschi – PD marina di Carrara Ovest
  74. Marco Pedretti – SEL Treviso
  75. Margherita Cagnoni – Coordinatrice SEL Lucca
  76. Maria Elena Caliò – elettrice del centrosinistra, Capo d’Orlando (ME)
  77. Maria Spoto – elettrice del centrosinistra, Acireale (CT)
  78. Marianna Mercanti – elettrice del centrosinistra, Castelbuono (PA)
  79. Marinella Riccio – circoli SEL ScampiaChiaiano, VomeroArenella, Napoli
  80. Mario Liso – coordinatore SEL Ostuni
  81. Mario Lombardo – elettore del centrosinistra, Castelbuono
  82. Massimo Ruggeri – SEL Palermo
  83. Maura Firmani – PD Perugia
  84. Maurizio Berni – coordinamento prov. SEL Livorno
  85. Mauro Brandi – Circolo SEL Cavallino (LE)
  86. Mauro Cavicchini – coordinamento prov. SEL Pavia
  87. Mauro Romanelli – Cons. regionale Toscana, SEL
  88. Michele Spallino – elettore di centrosinistra, Castelbuono (PA)
  89. Mirko Solinas – resp. prov. comunicazione Giovani Democratici, Gonnosfanadiga (VS)
  90. Nadia Lamberti – elettrice del centrosinistra, Abano Terme (PD)
  91. Nico Angelastro – Vice Segretario GD Gravina in Puglia (BA)
  92. Nicolina D’Angelo – elettrice del centrosinistra, Trapani
  93. Norena Ferrara – elettrice di centrosinistra, Alessandria
  94. Ottavio Herbstritt – SEL Livorno
  95. Peppe Genchi – Cons. comunale SEL, Castelbuono (PA)
  96. Roberto D’Ambra – coordinamento SEL Livorno
  97. Riccardo Ugolini – PD Fabriano (AN)
  98. Sabrina Plys – elettrice del centrosinistra, Milano
  99. Sandro Carriglio – PD Trapani
  100. Serena Pellegrinetti – elettrice del centrosinistra, Viareggio (LU)
  101. Serena Raffiti – elettrice del centrosinistra, Mirto (Messina)
  102. Silvia Claudia Sarbunch – elettrice del centrosinistra, La Spezia
  103. Silvia Merlini – PD Vigevano (PV)
  104. Simone Tulumello – elettore di centrosinistra, Palermo
  105. Sofia Martino – Assemblea provinciale SEL Messina
  106. Stefano Dall’Agata – Resp. Comunicazione SEL Treviso
  107. Susanna Traversa – elettrice del centrosinistra, Torino
  108. Tindaro Truglio – elettore del centrosinistra, Catania
  109. Tommaso Mazzara – assemblea prov. SEL Palermo
  110. Valentina Brancati – elettrice del centrosinistra, Catania
  111. Valentina Villabuona – circolo SEL “Danilo Dolci”, Trapani
  112. Valeria Di Marzo – elettrice di centrosinistra, Erice (TP)
  113. Veronica Romano – elettrice di centrosinistra, Trapani
  114. Vincenzo Garuccio – elettore di centrosinistra, Londra
  115. Vincenzo Guadagno – SEL Acerra (NA)
  116. Vinicio Guerrieri – SEL Livorno

 Quanti vorranno sottoscrivere quest’appello inviando una mail a

facciamolanostraparte-2012@yahoo.it

con le stesse informazioni. Sentitevi liberi di condividere quest’appello sulle vostre bacheche e di raccogliere firme tra i vostri contatti, mandando poi un elenco (in mail, o in formato txt-doc-xls) all’indirizzo sopra citato. Arrivati a 100 sottoscrittori, la petizione continuerà online e chi ha firmato qui figurerà come promotore. Grazie!

Ricostruire il Paese. Facciamo la nostra parte.


Lascia un commento

Una breve riflessione sul voto alle Primarie

È vero che non è andata come speravamo, con la vittoria di Nichi Vendola e con un profondo rimescolamento del campo di Centrosinistra; vittoria che forse era possibile l’autunno scorso, se si fosse votato dopo la caduta di Silvio Berlusconi.

È a mio avviso altrettanto vero che la base allargata di SEL, quella che va oltre gli iscritti e che è rappresentata dal consenso ottenuto dalla candidatura di Nichi Vendola, chiede a SEL di partecipare, di non stare alla finestra; ed a larghissima maggioranza, al secondo turno, di scegliere la miglior mediazione possibile.

Io ho votato convintamente Pierluigi Bersani, considerando, che aldilà delle chiacchiere, dietro la figura di Matteo Renzi si trovi il tentativo gattopardesco di una restaurazione neo-conservativa tendente a rappresentare gli stessi poteri forti e le stesse famiglie che hanno malamente gestito fino ad ora gran parte del Paese.

Mi sento rassicurato, anche dal confronto con votanti per Vendola, sul fatto che la mia visione della realtà è largamente condivisa, e credo che l’azione politica di SEL da ora in poi debba essere non il rincorrere “stati generali della sinistra” o generici appelli ai movimenti (per i quali vorrei che fossero nominati soggetti e persone, per verificare che non si tratti di realtà già schierate da altre parti), ma costruire lo spazio in cui le persone che si sono riconosciute nella proposta politica che rappresentiamo possano trovare il luogo per la loro concreta e fattiva partecipazione.

 


Lascia un commento

Volantino di SEL Treviso sull’aeroporto Canova

Le MOTIVAZIONI di Sinistra Ecologia Libertà

contro LʼAMPLIAMENTO DELLʼAEROPORTO A. CANOVA

 Sinistra Ecologia Libertà di Treviso denuncia la situazione dell’Aeroporto Canova, con un previsto aumento del numero dei voli e del conseguente inquinamento acustico ed atmosferico.

I cittadini delle Città di Quinto e Treviso, si trovano ad essere vittime della subalternità a Save e AerTre della cattiva politica della destra che malgoverna Comune, Provincia e Regione.

Da tutti gli atti sui ricorsi presentati del Comitato emerge una semplice verità: il massimo dei voli ambientalmente compatibile per l’Aeroporto Canova è di 16.300 all’anno.

Sosteniamo che il Canova deve mantenere un’operatività entro questi limiti, fungendo da semplice secondo scalo per il Marco Polo, in questo senso se approviamo la messa in sicurezza della pista non per questo possiamo essere favorevoli ad altri investimenti  finalizzati all’ampliamento della capacità operativa dell’Aeroporto; di conseguenza denunciamo il rischio che i voli possano sorvolare i quartieri di Santa Maria del Sile, di San Nicolò e il Centro Storico della Città, con conseguente deprezzamento del valore degli immobili.

Fermo restando che l’Aeroporto Canova è una realtà importante per l’economia trevigiana, non si può pensare che per favorire gli interessi più privati che pubblici di SAVE, che ruotano soprattutto intorno alle esigenze del turismo della Provincia di Venezia, si vada a triplicare i voli in una struttura interna alla rete urbana, con una pista di atterraggio e decollo autorizzata in deroga agli standard internazionali.

L’aumento dell’inquinamento sia acustico che atmosferico, ed inoltre i rischi sempre connessi, ma superiori a causa di una pista inadeguata, al traffico aereo richiedono il coinvolgimento e la trasparenza nei confronti della cittadinanza che vedrà sicuramente peggiorare la vivibilità del territorio in cui abita.

Il nostro vuole essere un richiamo alla responsabilità di Sindaci che devono avere tra le loro massime prerogative non il Dio Denaro ma la salute dei propri cittadini.

Consideriamo perciò un errore la querela contro il Comitato Aeroporto, reo di aver criticato le pubbliche amministrazioni, sporta da Provincia di Treviso e Comune di Treviso.

Consideriamo inoltre necessario che la Regione Veneto inizi a svolgere in modo autorevole il suo ruolo di programmazione, avviando una verifica per la riorganizzazione del sistema aeroportuale del Veneto.

Su questo punto, nell’ambito della razionalizzazione delle Basi dell’Aeronautica Militare proposta nella Campagna Nazionale di SEL “Diamoci un taglio! Alle spese militari” pensiamo che possa essere presa in considerazione anche l’eventualità di un nuovo Aeroporto civile in sostituzione della Base di Istrana.

Fermo restando che è urgente l’adozione da parte della Città di Treviso dei Piani di Rischio connessi alla struttura aeroportuale, grave inadempienza a tutt’oggi dell’Amministrazione leghista.

Scarica il volantino SEL TV su aereoporto


Lascia un commento

Le Querele di Muraro

Il Presidente Muraro deve essere un po’ nervoso, ed avere anche qualche vuoto di memoria.

Accorgersi ora di quanto detto dal Consigliere De Marco a proposito del Consulente Enzo Risso è veramente a scoppio ritardato, e la minaccia di querela spero sia solo una battuta a scopo elettorale.
Muraro dovrebbe ricordare che nella seduta del Consiglio Provinciale del 27 ottobre 2010 Luca de Marco sollevò pubblicamente la questione delle consulenze all’SWG e al signor Risso, nell’occasione il Presidente rispose anche alle nostre critiche verso quello che consideravamo e consideriamo tutt’ora (il Piano Strategico) un inutile sperpero di denaro pubblico.
Posso solo consigliare al Presidente di trovare il modo di calmarsi, magari rileggendosi i Verbali del Consiglio, così da non scattare per un nonnulla alla minima critica politica.
Stefano Dall’Agata
Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà
Provincia di Treviso


Lascia un commento

Montebelluna – Riaprire la partita

Incontro pubblico di presentazione di

Sinistra Ecologia Libertà

Montebelluna

Sala Hotel San Remo (Via Feltrina, 82)

Giovedì 26 dicembre ore 21.00

Parteciperanno:

Luca De Marco

Coordinatore Federale di Treviso

Stefano Dall’Agata

Capogruppo al Consiglio Provinciale di Treviso

Maristella Urbano

Segreteria Regionale del Veneto

Durante la serata sarà proiettata la video-lettera di Nichi Vendola per il Veneto

Su Facebook:

Per info: 329/8321500


Lascia un commento

De Mitri e il volontariato

L’Assessore Provinciale alle Politiche Sociali Alessio De Mitri dimostra certamente più attivismo della signora che lo ha preceduto nell’incarico, peccato che questo attivismo sia dedicato ad attaccare il mondo del volontariato.
La mistificazione delle cifre sul costo della Festa delle Associazioni fatta a Montebelluna, smentita dal responsabile del Coordinamento Umberto Musumeci appare in linea con la volontà del suo superiore Remo Sernagiotto di andare a sottrarre i fondi ai Centri di Servizio per il Volontariato, ipotizzo per metterli sotto il controllo politico degli Assessorati di turno.
Trovo assolutamente sgradevoli queste azioni fatte nei confronti di chi presta la propria opera in modo del tutto gratuito a favore dell’intera popolazione (vedasi la recente alluvione che ha colpito il Veneto). E penso che i fondi a disposizione dell’Assessorato Provinciale alle politiche sociali, invece di andare buttati nell’inaugurazione di monumenti, o in una convegnistica fine a dare (poco) lustro ai politici di turno possano invece essere utilizzati a favorire occasioni di incontro con la cittadinanza quali la festa in questione, magari prevedendo il supporto ai percorsi di conoscenza del vasto e bel mondo del volontariato da parte degli studenti.
Credo inoltre che disegni di controllo della vita sociale della popolazione siano più consoni a brutte stagioni della politica del secolo passato, piuttosto che alla moderna democrazia che merita l’Italia.
Stefano Dall’Agata
Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà
Provincia di Treviso