Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata


Lascia un commento

Software libero – Cara Anna

 

Cara Anna Cabino,

viviamo in tempi in cui tutto sembra prendere sempre più velocità, complici le tecnologie dell’informazione che da un lato ci presentano un mondo di opportunità e dall’altro ci pongono interrogativi su quali debbano essere i rapporti con esse.

Una corsa in cui i computer su cui girano i programmi che usiamo sembrano diventare vecchi in breve tempo: macchine a cui deleghiamo molte cose, ma delle quali abbiamo spesso una capacità di controllo estremamente limitata. In questo ambito mostra tutta la sua attualità la frase di don Lorenzo Milani “L’operaio conosce 100 parole, il padrone 1000, per questo è lui il padrone”; nel caso attuale i padroni sono le grandi imprese di software e gli operai siamo noi che ne utilizziamo i programmi. Sembriamo destinati, in quello che ci vendono come il migliore dei mondi possibile, a dover subire l’obsolescenza programmata decisa dai produttori e a doverci adeguare ad essa, con il conseguente costo economico che è uno degli aspetti del divario digitale (digital divide) presente nel mondo.

Ma tutto non è stato scritto, e dopo “La fine della Storia” vediamo che altre storie continuano ad essere scritte, e che i destini fissi ed immutabili sono superstizioni più o meno funzionali al dominio. Le alternative ci sono, e sono facilmente disponibili, basta avere la volontà di conoscerle ed utilizzarle. Inoltre sono alternative libere e gratuite, oppure molto meno costose degli standard che ci vengono proposti.

In questi giorni centinaia di milioni di persone, imprese, banche, istituzioni si trovano a dover fronteggiare la fine del supporto per una nota versione del Sistema Operativo più diffuso, e molte di esse, anche a Treviso, stanno scoprendo e utilizzando le alternative rappresentate dal Software Libero (Linux e varie suite da ufficio), evitando così di trasformare in rifiuto il loro PC, o di dover spendere centinaia di euro per aggiornarlo.

Seguendo l’esempio di altre Amministrazioni come la Provincia di Bolzano, la Regione Umbria, il Comune di Pistoia e la USL Umbria 1, il Comune di Treviso potrebbe effettuare un reale risparmio passando al software libero: operazione non solo vantaggiosa, ma direi doverosa soprattutto in questi tempi che vedono una riduzione delle risorse disponibili per gli Enti Locali.

linux pinguini

Per il nostro Comune, con un risparmio di sole Licenze che è intorno ai 500€ a postazione, e tenuto conto che con Linux si può prolungare la vita dei PC in utilizzo, è facilmente stimabile un risparmio annuale di decine di migliaia di euro, tenuto conto del costo per la formazione dei dipendenti e che i nuovi Sistemi Proprietari richiederebbero comunque un aggiornamento per il personale. L’Avanzo di Cassa potrebbe essere destinato alla formazione per i ragazzi sull’uso delle nuove tecnologie, sia dal punto di vista funzionale che per gli aspetti etici.

Al riguardo, per le nuove generazioni, troviamo l’approccio di chi li vede come “nativi digitali” e quindi assolutamente in grado di padroneggiare tecnologie che erano già presenti mentre crescevano, mentre da altre parti si guarda alla cosa con timore e si cercano soluzioni più o meno censorie (dai dubbi risultati). Si tratterebbe invece di favorire la crescita della cittadinanza consapevole, e quindi più libera, dando ai giovani un patrimonio di cultura anche informatica.

Ritornando così alla frase di don Milani, cosa ne pensi dell’aiutare i cittadini e le cittadine a riprendersi le 900 parole mancanti?

Stefano Dall’Agata

 Pubblicata su La Tribuna di Treviso di Giovedì 1 maggio 2014

(Anna Cabino è Assessora al Comune di Treviso)

Annunci


1 Commento

Da Windows XP a Linux Ubuntu – Cronaca di una bella serata

La sera di martedì 15 aprile io e Ivo Grimaldi siamo stati ospiti dell’Associazione ACSE Treviso per un’iniziativa volta a mostrare le possibili alternative per dare soluzione al termine del supporto di Windows XP.

Iniziativa che è stata possibile grazie alla disponibilità e passione di Beppe Mauro, Presidente di ACSE Treviso.

Dall'Agata e Mauro

Dall’Agata e Mauro

I video della serata

 

Guida per installare Ubuntu

install_03_precisehttp://wiki.ubuntu-it.org/Installazione/Grafica

 

Puoi scaricare QUI la distribuzione descritta nella serata:

cd_logo_xpocalypse

Oppure puoi scaricare una delle altre versioni di Ubuntu:

ubuntu

 

https://i1.wp.com/distilleryimage2.ak.instagram.com/76ae3166c4e411e393ff0002c99b032a_8.jpg

 

acse

acse

 


1 Commento

XPocalypse? – NON ESISTONO COMPUTER VECCHI

Martedì 15 aprile 2014 alle ore 20.45 presso la sede della ACSE Treviso è organizzato un INCONTRO GRATUITO per capire come dare una nuova vita al tuo computer che pensavi di buttare, utilizzando un sistema operativo (Xubuntu – che è liberamente scaricabile QUI) e programmi gratuiti, affidabili e funzionali per ogni esigenza.

xp a linux fb

con Linux puoi

Dall’8 aprile Microsoft non supporta più Windows XP, di qui il termine XPocalypse.

CHE FARE?

VIENI A SCOPRIRE COME DARE UN FUTURO AL TUO PC, A COSTO ZERO

 

da win a linuxProva:

Su Facebook:

Martedì 15 aprile alle ore 20.45
Sede ACSE Treviso, viale Brigata Marche 11/C


Lascia un commento

Aspettando il Linux Day 2013

linux pinguini
Italian Linux Society (ILS) ha fissato la data del Linux Day 2013 per sabato 26 ottobre, e grazie al contributo di Linux Professional Institute ha avviato la macchina organizzativa che anche nel 2013 porterà la comunità del software libero a ritrovarsi in ogni parte d’Italia.

Il tema del Linux Day 2013 sarà l’innovazione, un fattore che da sempre contraddistingue il software libero ma che non è sufficientemente riconosciuto al di fuori della comunità. Per esempio sono in pochi a sapere che il web e i protocolli che ci permettono di navigare in rete sono nati grazie a standard aperti e software open source, e che Linux è – per le sue caratteristiche di versatibilità e affidabilità – il sistema operativo preferenziale per i centri di calcolo.

Linux è il sistema operativo dei server su cui girano tutti i grandi social network, e dei data center su cui si basano i servizi offerti da giganti come Google e Amazon. Inoltre, è stato il sistema operativo della seconda vittoriosa campagna elettorale di Barack Obama, coordinata da Harper Reed e giocata quasi interamente online sui social network e sui grandi siti di informazione.

Infine, Linux – e gli altri sistemi Unix-like – è presente anche nella maggior parte dei telefoni cellulari e dei tablet, e in modo meno visibile in quasi tutti i momenti della nostra vita, in quanto è il sistema operativo delle automobili, dei navigatori satellitari, delle TV, e di moltissimi elettrodomestici.

Nel 2012, il Linux Day ha visto la partecipazione di circa 15.000 persone in 119 sedi, con un migliaio di speaker che hanno parlato di distribuzioni GNU/Linux e di software per qualsiasi tipo di attività, dalla produttività individuale al gaming. Nel complesso, sono stati distribuiti 5.000 “Vademecum per il Software Libero”.

 

per l’articolo originale:
Aspettando il Linux Day 2013
http://www.ils.org/aspettando-il-linux-day-2013


1 Commento

Linux Day Treviso 2012

Buongiorno Mondo!
Visto che l’anno scorso abbiamo fatto un anno sabbatico questo 2012 siamo tornati.
La data naturalmente è il 27 Ottobre e si svolgerà presso l’istituto tecnico “Max Planck”
Gli orari non sono ancora definitivi ma circa dura dalle 9 alle 18 con una pausa pranzo di mezz’ora all’una.Il tema di quest’anno è: Il Software Libero nella Piccola e Media Impresa
I talk verranno distribuiti tra la mattina e il pomeriggio a seconda della tipologia di pubblico,
le conferenze per ora organizzate sono:

  • Avremo un imprenditore trevigiano che ci parlerà della sua esperienza di cambiamento a Linux.
  • Per gli aspiranti smanettoni ci sarà una breve lezione di scripting Bash.
  • Seguita dalla spiegazione “Costruirsi una propria distribuzione: come e perchè”

Per tutto il giorno inoltre avremo degli install-point in cui provare Linux e farsi aiutare dai più esperti

Questo è il volantino che potete stampare

"Volantino linux day"
Mentre qui trovate la mappa con le indicazioni:
Dove siamo
Abbiamo creato degli eventi su alcuni social network a cui potete iscrivervi per essere aggiornati e fare domande:

oppure una più tradizionale e-mail: mcarlo.95@gmail.com

Vi aspettiamo numerosi!


Lascia un commento

noisiamoubuntu numero 36

Riporto il post da Noi Siamo Ubuntu

http://noisiamoubuntu.posterous.com/noisiamoubuntu-numero-36

Questa settimana intervistiamo Stefano, fan delle versioni LTS, che apprezza la stabilità e la versatilità di Ubuntu.

Ti piace l’idea delle interviste a persone che usano Ubuntu? Finora solo pochi coraggiosi ci hanno inviato la loro intervista, ma tutti possono farlo! Vuoi partecipare anche tu? Leggi subito come fare, e vieni anche tu nella grande famiglia Ubuntu, perché tutti noi siamo ubuntu, anche tu!

Stefano

Nome e cognome: Stefano Dall’Agata

Computer su cui utilizzo Ubuntu:  Un notebook CompaQ Presario CQ60 103EL

Età: 51

Professione: Operaio

Città di residenza: Treviso

Sito internet: https://sdallagata.wordpress.com/

Come hai scoperto Ubuntu?

Da un po’ d’anni sentivo nominare Linux e GNU e mi incuriosiva la filosofia open source, ma la complessità dei sistemi mi teneva distante. Inoltre un mio vicino di casa era nel LUG.

Poi ho visto che c’era una distribuzione user friendly che si chiamava Ubuntu (bellissimo concetto), con l’acquisto di un notebook nel 2008 ho deciso di provare il sistema in dual boot, comprai una rivista e installai Intrepid Ibex (Ubuntu 8.04 ndr).

Perché o cosa ti piace di Ubuntu?

Mi piace la sicurezza da virus, la comunità solidale che c’è intorno, la varietà di programmi legalmente utilizzabili. L’aver imparato di più sui computer in tre anni di utilizzo di Ubuntu che nel decennio precedente.

Cosa ti piacerebbe che fosse migliorato?

L’attenzione ai bug, specialmente nelle LTS, uso Lucid e spero che Pangolin sia VERAMENTE Precise. Un maggior rapporto con i costruttori di hardware (navigatore satellitare, ma anche la stampante Epson non era tanto supportata).

Perché consigli Ubuntu?

Per la mancanza di virus, la stabilità e la versatilità.

Come contribuisci alla diffusione di Ubuntu?

Ne parlo con gli amici, in passato ho cercato di sensibilizzare anche un Ente della Pubblica Amministrazione.

Ti è piaciuta questa intervista? Non ti è piaciuta? Discutine con noi sul forum di Ubuntu-it!


Lascia un commento

Linux Day 2010 @ Treviso

sabato 23 ottobre · 9.00 – 17.30

Luogo Itis Max Planck

via Franchini 1 Lancenigo di Villorba (TV)

Treviso Linux User Group, ILS (Italian Linux Society) , in collaborazione con l’ITIS Max Planck e con il patrocinio della regione Veneto anche quest’anno organizzano la decima giornata nazionale di promozione di GNU/Linux e del software libero, a Treviso!

Ecco il programma della giornata:

9:00 apertura dei lavori

9:15 Groupware su Linux

10:00 CAD: ci sono novità

10:45 Virtualizzazione e sicurezza

11:30 Novita` del mondo Linux e modelli di business Questions & Answers

15:30 Workshop a richiesta

Per tutta la giornata: Install Fest e dimostrazioni

Sarà possibile chiedere aiuto per l’installazione di distribuzioni Linux sul tuo PC, o per la risoluzione di problemi particolare, o ancora semplicemente per domande e curiosità!

Ulteriori informazioni sul sito http://tvlug.it/

Per informazioni su eventi analoghi in altre città visita il sito

http://www.linuxday.it/ !