Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata


Lascia un commento

La dignità di Matthew

Originally posted on Il lato fucsia della forza:

Matthew-Shepard_omosessuale_omofobia

Matthew Shepard, ucciso dalla violenza omofoba

Era il 12 ottobre 1998: Matthew Shepard moriva dopo le torture inferte dai suoi aguzzini omofobi. Per capirne la violenza, vi dirò solo che venne trovato agonizzante, qualche giorno prima, legato a una staccionata. Il viso era talmente tumefatto che venne scambiato per uno spaventapasseri. Il volto era completamente ricoperto di sangue, ad eccezione del solco lasciato dalle sue lacrime.

12 ottobre 2014: entro su Facebook e vedo i soliti post omofobi. Ad essere sotto attacco è un libro che spiega, dentro gli asili nido, che esistono anche le coppie omogenitoriali: “Questi lavaggi del cervello negli asili nidi sono tollerabili? Degradano la dignità umana” scrive sul suo profilo tale Filippo Savarese, vicino a Manif pour tous.

Chissà se il buon Filippo ritenga che massacrare di botte un ragazzo di vent’anni legato a una staccionata sia ugualmente qualcosa di degradante, per la dignità degli…

View original 249 altre parole


Lascia un commento

“Puliamo il Mondo – Vestiamo l’Italia di Bellezza”

Originally posted on Legambiente Treviso:

https://fbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpa1/v/t1.0-9/10632816_836821656358318_4697472520591592435_n.jpg?oh=67e50655cb4ddfbc32b8bfa7c555c3ab&oe=54C9B203&__gda__=1419306171_2c450fec6a8000c6b6083774cb2f6e99

“Puliamo il Mondo – Vestiamo l’Italia di Bellezza” si svolgerà Domenica 28 settembre 2014 dalle ore 9.30 alle ore 11.30 anche all’interno del Parco della Storga e poi alla scoperta delle risorgive e lungo le rive del torrente Limbraga.

“Puliamo il Mondo”, alla sua ventiduesima edizione, è la versione italiana di “Clean Up The World” il più grande appuntamento di volontariato ambientale del Pianeta ; anche in Italia migliaia di Comuni ed altre Istituzioni Pubbliche aderiscono a questo progetto di sensibilizzazione e di azione concreta per la salvaguardia del nostro patrimonio naturale e culturale – nel 2013, 600.000 volontari si sono impegnati per questa nostra iniziativa !

Questo appuntamento è realizzato grazie alla grande collaborazione dei Circoli Legambiente Treviso e Legambiente Piavenire, della Direzione del Parco degli Alberi Parlanti, di Alternative Possibili-Progetto Diamoci Dentro di Open Canoe-Open Mind, vogliamo mettere in evidenza oltre all’azione di coinvolgimento della cittadinanza per…

View original 101 altre parole


Lascia un commento

Il Discorso del Re

Nella storia, del teatro prima, e di cinema e televisione poi, un ruolo particolare nella narrazione di vicende che abbiano a che fare con guerre e battaglie è dedicato all’orazione fatta dal Re prima della battaglia decisiva.

Tutti o quasi conosciamo la versione che diede Shakespeare del discorso fatto da Re Enrico V prima della Battaglia di Azincourt, ma altri, magari più brevi hanno un loro valore epico, ad esempio quello di Aragorn al Cancello Nero nel Signore degli Anelli.

henryV

Il primo era il discorso fatto da un Re che che puntava a vincere una guerra, e che era basato sul tema dell’onore e della gloria, condito dalla fratellanza tra il Re e i suoi; il secondo invece è il discorso che chiama al sacrificio per una battaglia che si considera persa in partenza, ma che serve a distrarre le forze dell’Oscuro Signore Sauron dalla missione di Frodo nella distruzione dell’Anello del potere.

lotr-rotk-aragorn-black-gate

Oltre a questi voglio citare quello dal drama fantasy coreano The Legend, in cui, oltre a dare le disposizioni per la Campagna militare contro Baekje, il Re di Goguryeo Damduk in particolare chiede ai suoi uomini di vivere e non di morire per lui; cosa che mi ha particolarmente colpito, perché rapresenta un semi-rovesciamento rispetto alla classica retorica militare.

Damduk Continua a leggere


Lascia un commento

Parco di Villa Giustiniani – Recanati: un’occasione mancata?!

Originally posted on Legambiente Treviso:

Comunicato del 17 agosto 2014
Riferimento articoli di stampa del Gazzettino e della Tribuna di Treviso: Parco di Villa Giustiniani di Spresiano
Parco di Villa Giustiniani – Recanati: un’occasione mancata?!
La volontà di alcune associazioni e cittadini di Spresiano di riaprire il Parco di Villa Giustiniani, nacque già dal momento della sua chiusura al pubblico nell’anno 2009. “Legambiente” di Treviso e l’associazione di “Liberi Cittadini di Spresiano”, in occasione dell’ultima campagna elettorale per le elezioni comunali del 2010, chiedevano l’impegno ai candidati sindaco di far riaprire questo prezioso “polmone verde”. L’Amministrazione subentrante tenne fede alla promessa fatta, impegnandosi anche a realizzare il progetto preparato dalle suddette associazioni nell’ottobre del 2011. Il progetto, che prevedeva anche l’apertura graduale dell’intera porzione della parte pubblica del parco (compreso il suggestivo laghetto), non è stato adeguatamente sostenuto, seppure le associazioni abbiano in più occasioni ribadito il rispetto degli impegni a suo tempo assunti. Lo…

View original 510 altre parole


Lascia un commento

Mortale e immortale

Originally posted on Lunanuvola's Blog:

“Voglio rimanere con Francesca, in qualunque condizione si trovi. Non abbandonatemi separandoci, mi ucciderei.” E lo ha fatto. Mario si è dato fuoco a 85 anni, ed è morto, perché la sua compagna affetta da Alzheimer era stata trasferita in una clinica fuori città, troppo lontana da lui.

amore

Sapendo di prima mano cosa vuol dire aver a che fare con familiari anziani non in grado di prendersi cura di se stessi, non mi sogno neppure di criticare la decisione della figlia di Francesca. Pure, mi sento amareggiata e la vicenda ha preso per me i contorni di uno spettro malefico che si profila al mio orizzonte. Francesca e Mario si erano amati ed aiutati reciprocamente per vent’anni, ma non erano sposati, non erano parenti, legalmente la loro relazione non esisteva e non è stata presa in considerazione. La mia relazione inesistente a livello legale dura da 35 anni, ma se…

View original 272 altre parole


2 commenti

Malapolitica, breve riflessione a seguito degli arresti eccellenti per il #Mose

Purtroppo non è la degenerazione di una prassi corretta.

In realtà è un sistema marcio fino al midollo, lo schema è questo:

si individua una criticità, ci si mette d’accordo tra Partiti per realizzare l’opera che può risolverla, se non c’è la criticità la si inventa, a seconda dei rapporti di forza si spartisce l’appalto tra le imprese amiche in proporzione, i partiti fanno pressione sui loro amministratori affinché non rompano le scatole, se qualcuno insiste troppo si trova un motivo (altro) per farlo saltare.

Ovviamente, se negli organismi dirigenti di un partito ci sono persone che sulla questione possono dar fastidio, alle riunioni dedicate ai temi in questione si fa in modo che non vengano invitate, così che non abbiano informazioni di prima mano.

In questo schema se i prezzi aumentano, gli imprenditori e le loro associazioni (i massimi fustigatori mediatici della malapolitica) non fanno più di tanto rumore, anche perché se i prezzi lievitano, si aggiungono opere accessorie, compensazioni (per far tacere i comitati e qualche ambientalista rompiballe), alla fine si allarga la torta, e tutti mangiano di più.

Ma dato che ci sono anche ambientalisti, politici e comitati capaci e resistenti, questo può non bastare, allora si cambia la Legge e si fa una “Legge Obiettivo”, in modo da togliere trasparenza alle decisioni, fare in modo che avvengano in luoghi della politica nascosti o praticamente inarrivabili per i cittadini, per arrivare a metterli davanti al fatto compiuto. Se una Legge obiettivo non basta, con lo stesso schema si fa un Decreto e lo si chiama “Sblocca Italia”.

E la storia continua…


Lascia un commento

Sixty​-​Eight, Twenty​-​Two – Nuovo album per i …WTM

La punk band della Corea del Sud …Whatever That Means arriva al suo terzo rilascio, dopo l’EP di esordio The Newest Hope e l’album Sounds From The Explosion.
Oltre alle nuove canzoni troviamo due nuove versioni della loro “classica” Peace of Mind, la seconda in una solare versione acustica.

Buon ascolto

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 31 follower