Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata


Lascia un commento

Muraro come il Mago Silvan

magoCome volevasi dimostrare, e come avevamo denunciato in campagna elettorale, sulla Tangenziale di Spresiano da parte del Presidente della Provincia di Treviso sono state fatte promesse da marinaio, o meglio promesse da politicanti.
Ecco ciò che il presidente  Muraro dichiarava durante la campagna elettorale:
“ Il tracciato è in linea di massima deciso, ora bisogna passare alla progettazione (…) Per il finanziamento serviranno 5/6 milioni di euro che verranno ricavati nel piano triennale.”
Strano ma, come in un gioco di prestigio del mago Silvan, questi soldi promessi sono spariti . Nello schema di piano di opere pubbliche per il prossimo triennio, di recente licenziato dalla Giunta Provinciale, non vi è infatti traccia dell’opera pubblica annunciata.
Che fine ha fatto la promessa di ricavare dal Piano triennale i fondi per la sua costruzione?
Non nè possibilie che la colpa sia sempre di altri: Roma ( il federalismo fiscale puro e semplice aumento di tasse in provincia ), gli avversari politici ( infatti sono 4 mesi che PDL e Lega litigano tra di loro), i comitati (gli unici che spesso cercano di dare un concreto contributo per la salvaguardia dell’ambiente).
È vergognoso che si prendano in giro le Amministrazioni e anche i cittadini promettendo di tutto e di più, ben sapendo di non essere in grado di ottemperare alle promesse fatte.
Per quanto riguarda la “sua” squadra …beh onestamente se dovessimo classificarla in un ipotetico campionato di calcio, ormai la giunta LEGA e PDL lotta ormai per la retrocessione in serie B .
E alla fin fine resta ben chiaro quale sia la capacità di fare squadra tanto sbandierata da Muraro e dalla sua maggioranza: “parole, son soltanto parole” cantava Mina…
Luigi Amendola – Capogruppo SEL Provincia Treviso

Stefano Dall’Agata – Resp. Comunicazione Fed. SEL Treviso

Annunci


Lascia un commento

Muraro e le balle

Il Presidente Muraro non si smentisce mai, tutto è già fatto e sono gli avversari a “dire balle”.

Tangenziale di Treviso

Faccio presente che negare le verità che sono sotto gli occhi di tutti non è atto di lungimiranza, e che meglio sarebbe ammettere di aver sbagliato, dimostrando almeno di essere oggi più saggi di ieri.
Dire che la Tangenziale di Zero Branco si farà e che è già fatta la progettazione non smentisce la nostra affermazione per cui i ritardi non sono conseguenti all’opera dei comitati, ma alla scelta di Veneto Strade di realizzare la Tangenziale solo dopo il completamento del Casello di Scorzè.
Proseguire dicendo che la progettazione della Tangenziale di Spresiano è cosa fatta significa smentire i Sindaci leghisti di Arcade e Nervesa che quel tracciato lo hanno bocciato, prenda atto Muraro che quella progettazione è da rivedere.
Per quanto riguarda Treviso, dire che si sta vagliando l’ipotesi ultima di tracciato significa ammettere che non si sa ancora in che modo la Tangenziale di Treviso impatterà sul residenziale di Via Casette e sulle altre realtà  toccate.
Quanto ai fondi “recuperati”, mi sento di smentire il Presidente: i 54 milioni sono sempre gli stessi a disposizione. Ed io dubito, come dubitano tutti, che siano sufficienti per il nuovo tracciato, tenuto conto che esso esce dalle aree vincolate del PRG di Treviso, comprendendo nuovi espropri di abitazioni e imprese; ma se invece fossero bastanti, per quale ragione avete evitato di riunire le Commissioni Urbanistiche Provinciale e Comunale di Treviso se non per salvare la faccia a Gentilini e soci?
C’è da sperare inoltre che gli incolpevoli cittadini di Treviso, che avevano acquistato casa in una contrada che reputavano tranquilla, e che ora avranno le camere con vista sulla Tangenziale, possano vedere realizzata un’opera che si faccia carico anche del costo delle mitigazioni necessarie (non comprese nei fondi a disposizione).
Quanto al raccontare “balle”, tra noi due il più titolato è sicuramente lei, che è stato capace di negare di essere stato socialista, cosa triste per un ex esponente del Direttivo PSI di Mogliano; persona che inoltre abbiamo più volte ripreso (non smentiti da lei) anche in Consiglio Provinciale per le sue affermazioni false.

Stefano Dall’Agata
Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà
Provincia di Treviso

Continua a leggere


Lascia un commento

I “pomi” e la Tangenziale

“Far finta de pomi” è una formula dialettale per indicare il comportamento di chi si comporta come fosse nato ieri e non conoscesse nulla del mondo.

pomo

È la metafora che mi viene in mente a leggere le dichiarazioni della minoranza PDL in Consiglio Comunale a Spresiano rispetto alla questione della Tangenziale tra la Statale Pontebbana e la Provinciale che unisce Spresiano ad Arcade; inoltre mi paiono eccessive e strumentali solo al confronto partitico le critiche al Sindaco Missiato.
Mi spiego: se Missiato ha colpa, è di aver creduto alle parole del Presidente Muraro, che sulla stampa del 15-02-11 diceva “a breve faremo gli studi di fattibilità. I 6 milioni necessari verranno ricavati nel piano triennale”.  Dichiarazioni evidentemente elettoralistiche di un Presidente sostenuto anche dal PDL, che nell’Amministrazione Provinciale ha deleghe importanti. Mi chiedo al proposito se i Consiglieri PDL di Spresiano abbiano mai sollecitato ai loro referenti politici una qualche presa di posizione in favore di Spresiano, perché in 5 anni di presenza in Provincia non me ne sono mai accorto.

Per quanto riguarda Muraro, la cittadinanza è deliziata dai suoi manifesti in cui millanta la capacità di fare squadra, ma se su una proposta di Tangenziale che proviene dalla Provincia  i Sindaci leghisti di Nervesa e Arcade non sono d’accordo tra loro e neppure con lui, viene da pensare che le squadre non sono per forza di Serie A, esistono anche le Terze Categorie.

Stefano Dall’Agata

Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà Provincia di Treviso