Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata


Lascia un commento

Ai Signori della Lega, provocatorio il tricolore?

Signori della Lega, non di provocazione si tratta, ma di coerenza con una serie di altre iniziative volute e patrocinate dall’Amministrazione Provinciale, a partire dal progetto di valorizzazione turistica legato alla Grande Guerra, senza contare che la vostra risposta suona come uno sfregio alla memoria delle centinaia di migliaia di italiani, Veneti, Siciliani, Lombardi, Toscani, ecc., che in quella guerra hanno perso la vita per il nostro Paese.
Senza contare che quando si tratta di strapagare iniziative legate ai campionati italiani di ciclismo il tricolore vi va benissimo. E che negli anni scorsi la Provincia ha aderito a “M’illumino di meno” e se ne vantava nei suoi comunicati stampa.
A “M’illumino di meno” stanno aderendo centinaia di enti locali in tutta Italia. Anche il comune a guida leghista di Resana accenderà per l’occasione candele tricolori, e il Comune di Santa Lucia di Piave patrocinerà una fiaccolata tricolore.
Avanziamo un dubbio, il Vice Sindaco Gentilini intende avallare le parole di Muraro e Pettenà, o ha qualcosa di dire in proposito?
Ci auguriamo infine che non sia vero che la risposta negativa alla nostra richiesta sia arrivata anche dal Presidente del Consiglio Provinciale Fulvio Pettenà. Il ruolo che ricopre, e che gli consente da più dieci anni di avere uno stipendio da assessore pur avendo molto meno lavoro e responsabilità da assolvere, è quello di essere garante delle funzioni e del ruolo dei consiglieri provinciali, non certo quello di liquidare le loro legittime iniziative come “provocazioni”, solo in base al proprio furore ideologico antinazionale.

Stefano Dall’Agata, Luca De Marco, Marco Scolese
Gruppo Sinistra Ecologia Libertà
Provincia di Treviso

Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

La Provincia si illumini con il tricolore

millumino.jpgCome Gruppo Consigliare di Sinistra Ecologia Libertà chiediamo che la Provincia di Treviso aderisca alla giornata nazionale del risparmio energetico “M’illumino di meno”, promossa ormai da anni dalla trasmissione radiofonica Caterpillar. L’edizione di quest’anno, prevista il 17 febbraio prossimo, prevede che in occasione del 150esimo allo spegnimento delle luci faccia riscontro l’accensione di scenografie luminose tricolori, alimentate da fonti rinnovabili.

La Provincia aveva aderito gli anni scorsi anticipando lo spegnimento delle luci della sede. Quest’anno chiediamo che si colga l’occasione per unire alla sensibilità ambientale la sensibilità verso i valori dell’unità nazionale. La sede del Sant’Artemio potrebbe essere un ottimo sfondo scenografico per una illuminazione tricolore, e il costo dell’iniziativa non è di quelli che possono far dire a Muraro che a causa dei tagli non ci sono i soldi per le celebrazioni.

Lo stesso invito rivolgiamo a tutte  le Amministrazioni Comunali della Provincia.

Abbiamo perciò inoltrato al presidente Muraro l’interrogazione in allegato

Luca De Marco

Stefano Dall’Agata

Marco Scolese

interrogazione m’illumino di meno.doc


Lascia un commento

Se non ora quando? Adesione Gruppo SEL Provincia Treviso

Non possiamo tacere di fronte allo spettacolo indegno di questa Italia in cui le donne non sono altro che carne da macello, corpi da mercimonio, protagoniste solo nei festini privati del Presidente Berlusconi.

È il momento di ricordare che la maggioranza delle donne italiane e trevigiane hanno una dignità costruita attraverso un impegno civile e morale che è parte inalienabile della storia dei 150 anni d’Italia, che è formalmente sancita dalla Costituzione e che nulla ha da spartire con una cultura degradata e degradante offerta da giornali, televisioni e pubblicità.

La politica ha una grossa responsabilità, alla quale noi Consiglieri Provinciali di Sinistra Ecologia Libertà sentiamo di non poterci sottrarre, per questo domenica 13 febbraio saremo in piazza con le donne di Treviso e aderiamo alla mobilitazione “Se non ora quando?” promossa dalle donne a difesa della dignità propria e di quella delle Istituzioni.

Stefano Dall’Agata, Luca De Marco, Marco Scolese

Gruppo Consiliare Sinistra Ecologia Libertà

Provincia di Treviso Continua a leggere


1 Commento

Contro la corruzione

NEW: APPROVATO ALL’UNANIMITÀ 31/01/2011

Condividendo l’Appello al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, promosso dalle Associazioni Libera e Avviso Pubblico, affinché il Parlamento e il Governo diano concreta sostanza all’azione di lotta e contrasto alla corruzione, come Gruppo Consiliare di Sinistra Ecologia Libertà abbiamo depositato un ODG a sostegno dell’istanza, che ha trovato la condivisione di tutti i Gruppi al Consiglio Provinciale di Treviso.

La Conferenza dei Capigruppo ha programmato la discussione dell’ODG nel prossimo Consiglio Provinciale di mercoledì 31 gennaio 2011.

Stefano Dall’Agata
Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà
Provincia di Treviso



Al Presidente della Repubblica on. Giorgio Napolitano

Signor Presidente,
siamo profondamente preoccupati per il diffondersi della corruzione nel nostro Paese. Si tratta di un fenomeno che sta dilagando, come ha autorevolmente denunciato anche ultimamente la Corte dei Conti. La corruzione minaccia il prestigio e la credibilità delle istituzioni, inquina e distorce gravemente l’economia, sottrae risorse destinate al bene della comunità, corrode il senso civico e la stessa cultura democratica. Ci rivolgiamo a Lei, quale garante della Costituzione e massimo rappresentante delle istituzioni, per chiederle di intervenire, nelle forme e nei modi che riterrà più opportuni, affinché il governo e il Parlamento ratifichino quanto prima e diano concreta attuazione ai trattati, alle convenzioni internazionali e alle direttive comunitarie in materia di lotta alla corruzione nonché alle norme, introdotte con la legge Finanziaria del 2007, per la confisca e l’uso sociale dei beni sottratti ai corrotti. In questo modo anche l’Italia potrà finalmente fare ricorso a norme chiare, strumenti e sanzioni efficaci per contrastare davvero il diffondersi di questa autentica piaga sociale, economica e morale.Certi di poter contare sulla sua attenzione Continua a leggere


Lascia un commento

Montebelluna – Riaprire la partita

Incontro pubblico di presentazione di

Sinistra Ecologia Libertà

Montebelluna

Sala Hotel San Remo (Via Feltrina, 82)

Giovedì 26 dicembre ore 21.00

Parteciperanno:

Luca De Marco

Coordinatore Federale di Treviso

Stefano Dall’Agata

Capogruppo al Consiglio Provinciale di Treviso

Maristella Urbano

Segreteria Regionale del Veneto

Durante la serata sarà proiettata la video-lettera di Nichi Vendola per il Veneto

Su Facebook:

Per info: 329/8321500


Lascia un commento

contro i tagli al sociale e il furto del 5 per mille

Ordini del giorno in Provincia contro i tagli al sociale e il furto del 5 per mille

La legge finanziaria licenziata alla Camera rappresenta un autentico massacro per le politiche sociali del Paese. Non solo si tagliano soldi per la disabilità, per il sostegno all’affitto, per la non autosufficienza, ma si toglie anche la possibilità data ai contribuenti di decidere a chi dare il 5 per mille delle proprie imposte. Un vero e proprio imbroglio: al cittadino contribuente si chiede a chi vuol dare il proprio 5 per moto.pngmille attraverso l’indicazione in dichiarazione dei redditi del codice fiscale del beneficiario, ma poi in realtà lo Stato si trattiene la più parte di quei soldi ed eroga solo le briciole. Già negli anni scorsi lo Stato si prendeva un po’ di anni prima di erogare ai beneficiari il dovuto. Poi per il 2010 la maggioranza ha deciso di erogare solo fino a 400 milioni, su un previsto di 600, trattenendone dunque 200. Ora con la finanziaria si prevede addirittura di erogare solo 100 milioni di euro e di trattenere tutto il resto.

In pratica, non solo si tagliano ferocemente le risorse pubbliche destinate al sociale, ma si tolgono le risorse che attraverso il 5 per mille i cittadini destinavano agli enti di volontariato o di ricerca, e in qualche modo andavano a lenire i danni del sempre più striminzito intervento pubblico.

Per questo abbiamo presentato ieri un ordine del giorno, da discutere nel prossimo consiglio provinciale del 29 novembre, nel quale chiediamo al consiglio un pronunciamento contro questo taglio indiscriminato e perché la provincia faccia pressione per cambiare il testo della legge, attualmente all’esame del Senato.

Contestualmente è stato presentato un ordine del giorno a prima firma del consigliere Biagi per chiedere il ripristino degli stanziamenti per il 5 per mille.

Luca De Marco

Stefano Dall’Agata

vedi il testo dell’ordine del giorno:odg.pdf


Lascia un commento

“CARTA EUROPEA PER L’UGUAGLIANZA E LA PARITÀ TRA DONNE E UOMINI NELLA VITA LOCALE”

Interpellanza al Consiglio Provinciale di Treviso

Per chiedere che gli impegni formalmente presi dal Consiglio Provinciale  non restino lettera morta abbiamo presentato un’interpellanza sull’adesione alla “CARTA EUROPEA PER L’UGUAGLIANZA E LA PARITÀ TRA DONNE E UOMINI NELLA VITA LOCALE”


Treviso, 8 novembre 2010

Al Signor Presidente del Consiglio Provinciale di Treviso

Al Signor Presidente della Provincia di Treviso

Interpellanza: “CARTA EUROPEA PER L’UGUAGLIANZA E LA PARITÀ TRA DONNE E UOMINI NELLA VITA LOCALE”

Premesso che:

  • il Consiglio Provinciale di Treviso, in data 28 novembre 2008, ha dato la propria adesione alla “Carta europea per l’uguaglianza e la parità tra donne e uomini nella vita locale” redatta dal Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, che rappresenta gli enti locali e regionali;
  • in un lasso di tempo ragionevole (che non può superare i due anni) a seguire dalla data della firma, il firmatario della Carta si impegna ad elaborare ed adottare il proprio Piano d’azione per la parità e, in seguito, ad attuarlo.

Considerato che:

  • sono quasi trascorsi i due anni dal giorno dell’adesione formale del Consiglio Provinciale;
  • il firmatario riconosce il principio della rappresentanza equilibrata di donne e uomini in tutte le istituzioni elette che assumano decisioni pubbliche;
  • il firmatario s’impegna a promuovere e a mettere in pratica il principio della rappresentanza equilibrata nei propri organismi decisionali o consultivi e nelle nomine da operare in qualsiasi organo esterno;
  • il firmatario si impegna ad aiutare i collaboratori e le collaboratrici, attraverso la formazione o con altri mezzi, ad identificare e ad eliminare le attitudini e i comportamenti stereotipati, adottando codici di comportamento al riguardo.

Si chiede:

  • se questa Amministrazione abbia avviato le procedure per l’elaborazione del Piano d’azione, e in caso affermativo a quale stadio siano giunte dette procedure;
  • se sia stato avviato un confronto con le rappresentanze delle lavoratrici e dei lavoratori dell’Ente per valutare i criteri per gli avanzamenti di carriera che siano coerenti con i principi della Carta;
  • se vi sia la volontà di approvare il Piano entro la fine del mandato di questa Amministrazione;
  • se vi sia la volontà di procedere all’aggiornamento dello Statuto dell’Ente al fine di fissare un criterio quantitativo nella ripartizione degli Assessorati in modo da garantire un’equilibrata presenza fra i sessi.

I Consiglieri:

Stefano Dall’Agata

Luca De Marco Continua a leggere