Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

L’Altro Veneto. Ora Possiamo! sulla Pedemontana

2 commenti

http://www.altroveneto.it/wordpress/laltro-veneto-ora-possiamo-sulla-pedemontana/

pedemontanaLa realtà più povera, più oppressa, più marginale oggi è la terra, dobbiamo prendere coscienza che il Veneto per consumo di territorio agricolo è al secondo posto in Italia dopo la Lombardia,con una perdita annua che va dall’otto al dieci per cento.
L’insostenibilità del modello è segnalata anche dall’impronta ecologica, che in Veneto è di 6,4 ettari per abitante mentre a disposizione ne abbiamo 1,6, con un deficit ecologico che ne consegue è di 4.8 ettari pro capite annuo che viene compensato con lo sfruttamento di risorse importate da altri paesi o continenti.
Contribuiscono alla devastazione del territorio anche le grandi opere, funzionali più alla corruzione in forma continuativa e sistematica, con coinvolti i vertici di grandi imprese, i politici di tutti i livelli regionali e nazionali affiancati anche da funzionari dello stato. Con sistemi di appalto e di progetto di finanza che sono usati come strumenti per indebitare per generazioni tutta la popolazione del Veneto a favore di cordate di interessi privati.
Il governo Renzi, anziché riflettere e proporre progetti alternativi a misura d’uomo, il primo di dicembre proroga ancora una volta l’inesistente situazione di emergenza della Pedemontana. Nonostante tutte le proteste , le denunce e i ricorsi al TAR si insiste per accelerare i tempi dell’approvazione di tutti i progetti presentati, un vero furto alle famiglie.

Che cosa comporta questa Pedemontana per l’agricoltura veneta? Uno spreco di suolo immenso, messa in ginocchio diverse aziende, si appropriano della terra con dubbi sulle risorse per gli espropri. Qui nel trevigiano la situazione più pesante è dove ci sono i fiumi che intersecano la strada creando bacini di laminazione con eventuali allagamenti e problemi alle falde, oltretutto ci sono 2.500 pozzi che scaricano direttamente in falda.
Tutto questo è assurdo, per non parlare dei costi, siamo passati dal miliardo e ottocento agli attuali tre e due e in molti lo pensavamo che la cosa non fosse del tutto regolare, ma noi siamo i soliti contro, finalmente dopo la Corte dei Conti anche l’Autorità Nazionale Anti corruzione vuole vederci chiaro: Per quale motivo il costo dell’opera è lievitato e perché il rischio debba pesare solo sul pubblico e non sul privato visto che fino ad ora sono stati spesi solo soldi pubblici, mentre il concessionario non ha ancora la garanzia bancaria di copertura dei costi che gli competono. Si vuole capire come le risorse sono state ripartite tra il pubblico e il privato a seguito delle modifiche alla convenzione e al piano economico finanziario sostituendo l’appalto al project financing.
L’intervento della magistratura è fondamentale ma non è sufficiente, per rientrare nella legalità e nell’esercizio della democrazia serve una forte presa di coscienza della popolazione del Veneto.
   
Silvano Lazzarin
Candidato al Consiglio Regionale con la lista L’Altro Veneto. Ora Possiamo!

Laura Di Lucia Coletti
Candidata Presidente della Regione Veneto per la lista L’Altro Veneto. Ora Possiamo!

Autore: Stefano Dall'Agata

Sono nato a Treviso il 6 dicembre 1960, ho conseguito il Diploma di Perito Chimico industriale presso l’ITIS “Enrico Fermi” di Treviso. In gioventù ho praticato atletica leggera e Tae Kwon Do, ma la mia grande passione è la musica, ho anche collaborato come DJ a varie radio locali. Lavoro come carrellista e sono iscritto al sindacato Filt Cgil di Treviso. Ho iniziato a partecipare alla politica attiva nel 1994 prima con il PDS, poi con i DS, arrivando a ricoprire la carica di Responsabile Regionale Ambiente e Territorio. Al loro scioglimento ho deciso di non aderire al PD e ho proseguito il mio percorso prima con Sinistra Democratica e poi con Sinistra Ecologia Libertà, che ho lasciato nel 2013 per motivi etico-morali. Alle Elezioni Amministrative per il mandato 2006/2011 sono stato eletto al Consiglio Provinciale della Provincia di Treviso. Parallelamente si è svolto anche il mio impegno nell’associazionismo, nel volontariato e nella cooperazione con Banca Etica, la Rete Lilliput, Coop Adriatica e Legambiente. Dal 9 febbraio 1979 condivido la mia vita con Maria G. Di Rienzo .

2 thoughts on “L’Altro Veneto. Ora Possiamo! sulla Pedemontana

  1. Eppure ci sono già dei grossi cambiamenti in vista: lo segnala anche la sfoltita operata da Delrio in tema di appalti. Come dire: anche al ministero hanno capito che la festa è finita.

    Il messaggio adesso è diverso da quello che circolava fino a due o tre anni fa: una grande fesseria è possibile anche cestinarla, non è scontato che si materializzi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...