Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

Odifreddi: peso el tacon del sbrego

1 Commento

Peggio la toppa dello strappo

Al programma “La Zanzara” Odifreddi ha affermato l’esserci stato «un completo fraintendimento» sulle frasi negazioniste da lui scritte sul blog, e di aver voluto «distinguere la verità storica da quella matematica» arrivando fino a dire che «queste cose sono troppo sofisticate per essere capite sul blog: l’errore è stato parlare di queste cose in un ambiente che non è adatto».

odifreddi negazionismo
La realtà è che Odifreddi ha detto una schifezza colossale cercando di farla passare per ragionamento logico. Inoltre, per un intellettuale come lui, se a 60 e passa anni suonati delle camere a gas sapesse solo quello che è apparso nei film sarebbe colpevole ignoranza.
Dare poi la colpa al blog è assurdo, lui ha dato una risposta scritta, quindi meditata, non era una risposta in diretta TV, ed è solo un mediocre tentativo di sviare l’attenzione dalla sostanza di ciò che ha detto, se le stesse cose le avesse dette ad un Convegno in una qualche Università sarebbero rimaste ugualmente pesanti.
Si assuma piuttosto fino in fondo la responsabilità di ciò che ha detto, e cominci una riflessione personale dei motivi che lo portano, quando si parla di ebrei, a dire cose in contrasto col sapere scientifico.
Rimando al comunicato del Festival della Scienza:
“Da questo punto di vista, tornando alle affermazioni di Odifreddi, non solo la storiografia, ma anche le testimonianze e le certificazioni giuridiche hanno dimostrato senza ombra di dubbio la drammatica verità di quella che è stata una delle più grandi tragedie della storia dell’uomo.”

Autore: Stefano Dall'Agata

Sono nato a Treviso il 6 dicembre 1960, ho conseguito il Diploma di Perito Chimico industriale presso l’ITIS “Enrico Fermi” di Treviso. In gioventù ho praticato atletica leggera e Tae Kwon Do, ma la mia grande passione è la musica, ho anche collaborato come DJ a varie radio locali. Lavoro come carrellista e sono iscritto al sindacato Filt Cgil di Treviso. Ho iniziato a partecipare alla politica attiva nel 1994 prima con il PDS, poi con i DS, arrivando a ricoprire la carica di Responsabile Regionale Ambiente e Territorio. Al loro scioglimento ho deciso di non aderire al PD e ho proseguito il mio percorso prima con Sinistra Democratica e poi con Sinistra Ecologia Libertà, che ho lasciato nel 2013 per motivi etico-morali. Alle Elezioni Amministrative per il mandato 2006/2011 sono stato eletto al Consiglio Provinciale della Provincia di Treviso. Parallelamente si è svolto anche il mio impegno nell’associazionismo, nel volontariato e nella cooperazione con Banca Etica, la Rete Lilliput, Coop Adriatica e Legambiente. Dal 9 febbraio 1979 condivido la mia vita con Maria G. Di Rienzo .

One thought on “Odifreddi: peso el tacon del sbrego

  1. « [Talete], mentre studiava gli astri e guardava in alto, cadde in un pozzo. Una graziosa e intelligente servetta trace lo prese in giro, dicendogli che si preoccupava tanto di conoscere le cose che stanno in cielo, ma non vedeva quelle gli stavano davanti, tra i piedi. La stessa ironia è riservata a chi passa il tempo a filosofare […] provoca il riso non solo delle schiave di Tracia, ma anche del resto della gente, cadendo, per inesperienza, nei pozzi e in ogni difficoltà »
    (Platone, Teeteto, 174 a-174 c)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...