Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

Aeroporto Canova: richiesta commissione al Consiglio Provinciale

Lascia un commento

https://i2.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/9/90/Aeroporto_di_Treviso_A_Canova.jpg/220px-Aeroporto_di_Treviso_A_Canova.jpg

Dando seguito agli impegni presi lo scorso mandato amministrativo e ribaditi in campagna elettorale il Gruppo di Sinistra Ecologia Libertà, unitamente ai gruppi dell’opposizione, ha presentato una richiesta di Commissioni congiunte Ambiente e Urbanistica “Al fine di valutare le criticità urbanistiche e gli impatti ambientali provocati dal previsto aumento della capacità operativa dell’Aeroporto “Canova” di Treviso”.
Riteneniamo che il maggior numero di voli previsto rappresenti un impatto sulla salute delle popolazioni dei Comuni interessati, e che la doverosa messa a norma della struttura debba essere accompagnata da un adeguato Piano di Rischio, ed inoltre che vadano rispettate le prescrizioni e le norme di legge in vigore a garanzia della sicurezza dei cittadini e del territorio.
Stefano Dall’Agata, Luigi Amendola
Sinistra Ecologia Libertà Treviso
Treviso, li 20 luglio 2011
Alla C.A. attenzione
del Presidente del Consiglio Provinciale
Richiesta convocazione Commissioni su Aeroporto Treviso
Ai sensi dell’Art. 73 del Regolamento del Consiglio Provinciale
  • Al fine di valutare le criticità urbanistiche e gli impatti ambientali provocati dal previsto aumento della capacità operativa dell’Aeroporto “Canova” di Treviso;
  • riportando le preoccupazioni dell’Ente Parco Regionale del Fiume Sile, che in nota datata 29/12/1997 affermava: “L’Ente Parto Naturale Regionale del Fiume Sile guarda con attenzione e preoccupazione allo sviluppo che è programmato per l’aeroporto di San Giuseppe di Treviso. L’aumento programmato del traffico aereo comporta notevoli problematiche in relazione a due entità (Aeroporto/’Parco) che appaiono di difficile compatibilità; in questo senso la struttura aeroportuale va resa e mantenuta compatibile con la presenza del Parco. Le esigenze della popolazione e dell’ambiente devono essere rispettate con tutti i mezzi ed a tal fine necessita un preveniva un approfondito studio d’impatto ambientale, in modo da fugare qualsiasi pericolo e rischio. L’impegno dell’Ente Parco è quello di farsi promotore presso tutti gli enti ed istituzioni interessate o coinvolte affinché siano rispettate le normative in materia di ambiente e sicurezza per la popolazione. L’’aeroporto San Giuseppe non è una presenza nuova per la città di Traviso e i comuni confinanti. La presenza dell’Ente Parco Sile è notoriamente recente ed è stata collocata per la salvaguardia e la tutela del patrimonio ambientale dell’area di competenza in un contesto comprendente l’aeroporto stesso. Un parco come quello del Sile per essere tale deve aver garantiti adeguati supporti logistici, sia interni che esterni, idonei a garantire la fruibilità lo sviluppo economico per chi vi opera all’interno. Si ribadisce pertanto la assoluta esigenza che ogni iniziativa nell’aeroporto di San Giuseppe deve essere debitamente valutata e approfondita in base alla vigente legislazione in materia di impatto ambientale, di sicurezza dei cittadini e di tutela dell’ambiente.”
  • dando seguito alla richiesta di Commissioni presentata lo scorso mandato da vari Gruppi dell’opposizione in data 28 marzo 2011, mai evasa da questa Amministrazione;
  • chiediamo la convocazione congiunta delle Commissioni Consiliari II Urbanistica e IV Ecologia.
  • Chiediamo inoltre che siano invitati i rappresentanti del COMITATO PER LA RIDUZIONE DELL’IMPATTO AMBIENTALE DELL’AEROPORTO DI TREVISO, dell’ARPAV, dei Comuni interessati Treviso e Quinto di Treviso e delle Associazioni ambientaliste del territorio.
Annunci

Autore: Stefano Dall'Agata

Sono nato a Treviso il 6 dicembre 1960, ho conseguito il Diploma di Perito Chimico industriale presso l’ITIS “Enrico Fermi” di Treviso. In gioventù ho praticato atletica leggera e Tae Kwon Do, ma la mia grande passione è la musica, ho anche collaborato come DJ a varie radio locali. Lavoro come carrellista e sono iscritto al sindacato Filt Cgil di Treviso. Ho iniziato a partecipare alla politica attiva nel 1994 prima con il PDS, poi con i DS, arrivando a ricoprire la carica di Responsabile Regionale Ambiente e Territorio. Al loro scioglimento ho deciso di non aderire al PD e ho proseguito il mio percorso prima con Sinistra Democratica e poi con Sinistra Ecologia Libertà, che ho lasciato nel 2013 per motivi etico-morali. Alle Elezioni Amministrative per il mandato 2006/2011 sono stato eletto al Consiglio Provinciale della Provincia di Treviso. Parallelamente si è svolto anche il mio impegno nell’associazionismo, nel volontariato e nella cooperazione con Banca Etica, la Rete Lilliput, Coop Adriatica e Legambiente; nel 2011 sono stato il coordinatore provinciale del comitato referendario contro il nucleare. Dal 2014 partecipo alle attività del Gruppo Promozione e dal febbraio 2016 sono membro della Comunità di Ubuntu-it . Dal 9 febbraio 1979 condivido la mia vita con Maria G. Di Rienzo .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...