Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

Lettera aperta Al Questore Carmine Damiano

Lascia un commento

Egr. Dott. Damiano,
mi permetto di non capire le ragioni e il senso del suo provvedimento nei confronti di un esercizio pubblico, l’osteria da Tocchetto, di cui ha disposto la chiusura preventiva per tre giorni.
La motivazione  mi appare estremamente bizzarra, perché se è vero che vi sono stati dei fatti di violenza a Montebelluna, è altrettanto vero che le responsabilità  erano esterne all’esercizio commerciale, e se la presenza di un gazebo di Forza Nuova in piazza a Montebelluna viene ritenuta possibile fonte di disordini , il suo dovere sarebbe quello di vietare il gazebo.
Credo che correttamente, se i suddetti appartenenti ad un’organizzazione che ha visto tra i suoi membri terroristi, bombaroli, rapinatori, ecc, possono essere fonte di tensione e pericolo per la Città di Montebelluna, il suo dovere sia di controllare loro e casomai di reprimerli (e con loro tutti i violenti), non di colpire chi di esercita un’attività lavorativa pubblica, che non mi risulta abbia dato problemi alla Città di Montebelluna.
Cordiali saluti,

Stefano Dall’Agata
Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà
Provincia di Treviso

La Tribuna di Treviso

Raid degli skin, chiuso Tocchetto

Massimo Guerretta

MONTEBELLUNA. Un gazebo di Forza Nuova in piazza, e l’osteria da Tocchetto a pochi passi. Scintille inevitabili, secondo la Digos: così ieri mattina il questore ha disposto la chiusura preventiva, da oggi a domenica sera, dell’osteria oggetto, soltanto dieci giorni fa, di un violentissimo raid degli skin. Carmine Damiano è stato categorico: per evitare ulteriori problemi ha utilizzato l’articolo 100 del testo unico sulla pubblica sicurezza. Il provvedimento è stato notificato al titolare di Tocchetto, Enzo Berdusco, ieri mattina: «Per noi il weekend rappresenta quasi l’intero incasso della settimana, è quasi una sanzione indiretta – spiega con amarezza – capisco le esigenze delle forze dell’ordine, ma per noi è una mazzata. Non conosco il reale motivo della chiusura, i carabinieri mi hanno spiegato che non si tratta di una punizione, ma di un provvedimento per la sicurezza dei cittadini e del vicinato. E forse anche di me stesso». La tensione in città è altissima: 10 giorni fa il blitz degli skin da Tocchetto, durante un raduno nazionale degli skaters, con 5 giovani finiti in ospedale. Appena quatto giorni dopo la «vendetta» al Crazy Cat, devastato con una mazza. «C’è già stato il raid punitivo nei confronti di uno studio tattoo, ora diamo una stretta a questo clima di tensione», commenta il questore. Il blitz degli skin di sabato scorso non è passato inosservato: in 16 sono stati identificati, 7 giovani sono stati denunciati. Ma nel weekend un gazebo di Forza Nuova in piazza rischiava di alimentare nuove tensioni. «Speriamo che chiudendo il locale per questo weekend i problemi finiscano – chiude Enzo – forse il provvedimento vuole salvaguardare anche me». Secondo la Digos la probabilità di scontri era altissima.
Annunci

Autore: Stefano Dall'Agata

Sono nato a Treviso il 6 dicembre 1960, ho conseguito il Diploma di Perito Chimico industriale presso l’ITIS “Enrico Fermi” di Treviso. In gioventù ho praticato atletica leggera e Tae Kwon Do, ma la mia grande passione è la musica, ho anche collaborato come DJ a varie radio locali. Lavoro come carrellista e sono iscritto al sindacato Filt Cgil di Treviso. Ho iniziato a partecipare alla politica attiva nel 1994 prima con il PDS, poi con i DS, arrivando a ricoprire la carica di Responsabile Regionale Ambiente e Territorio. Al loro scioglimento ho deciso di non aderire al PD e ho proseguito il mio percorso prima con Sinistra Democratica e poi con Sinistra Ecologia Libertà, che ho lasciato nel 2013 per motivi etico-morali. Alle Elezioni Amministrative per il mandato 2006/2011 sono stato eletto al Consiglio Provinciale della Provincia di Treviso. Parallelamente si è svolto anche il mio impegno nell’associazionismo, nel volontariato e nella cooperazione con Banca Etica, la Rete Lilliput, Coop Adriatica e Legambiente; nel 2011 sono stato il coordinatore provinciale del comitato referendario contro il nucleare. Dal 2014 partecipo alle attività del Gruppo Promozione e dal febbraio 2016 sono membro della Comunità di Ubuntu-it . Dal 9 febbraio 1979 condivido la mia vita con Maria G. Di Rienzo .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...