Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

La Tangenziale e i “meriti preventivi”

Lascia un commento

Si sta assistendo ad un surreale dibattito sui meriti preventivi relativi agli aggiustamenti al tracciato del 4° lotto della Tangenziale di Treviso.
Chiamo surreale questo dibattito in quanto mi piacerebbe invece sapere chi anni prima ha dato la concessione edilizia ad un Ipermercato situato su quello che era il tracciato inserito nei piani regolatori dei Comuni di Treviso e Paese.
Quel tracciato era ancora presente nella presentazione del PTCP fatta 14.03.2007 alla II Commissione Urbanistica del Consiglio Provinciale di Treviso.
Come si può vedere dal fotopiano allegato balza all’occhio come vi sia una incompatibilità assoluta tra l’ipermercato in questione e il tracciato, compresa la prevista rotonda sulla Feltrina; e come vi fossero comunque spazi vicini dove situare l’ipermercato, senza  occupare i terreni destinati alla tangenziale.
Fermo restando che va ridotto al minimo l’impatto ambientale dell’opera, credo che non si possa sorvolare sul fatto che l’Amministrazione comunale di Treviso guidata dalla Lega Nord ha dato la concessione a costruire lì dove non si poteva.
Mi piacerebbe perciò sapere chi devono ringraziare i cittadini che hanno case e concessioni in base ad una previsione urbanistica, poi deliberatamente stravolta per interessi che evidentemente per la Lega Nord e l’Amministrazione comunale di Treviso contano meno dei legittimi diritti dei cittadini.
Stefano Dall’Agata
Capogruppo Sinistra Ecologia Libertà Provincia di Treviso

Il comunicato di oggi di Italia Nostra:
TANGENZIALE DI TREVISO – 4° LOTTO
DIBATTITO SU CHI HA PIU’ MERITI?
NON INTERESSA ORA…
Assistiamo sulla stampa ad una “gara da olimpiadi” tra tutti i politici per stabilire di chi è il merito delle proposte di modifica al progetto preliminare del 4° lotto della Tangenziale di Treviso.
Proponiamo di sospendere tale (poco interessante) confronto e cercare congiuntamente tutti di ottenere necessari miglioramenti ad un progetto discutibile sotto molti aspetti.
La graduatoria dei meriti la faranno i cittadini dopo l’ottenimento di qualche risultato tangibile, visto che tutti (cittadini e politici) sono concordi nel ritenere che:
– “Veneto Strade” è una struttura tecnica a maggioranza pubblica al servizio del territorio e
non di altre finalità;
– il progetto preliminare presentato presenta gravi lacune ed inesattezze e difficilmente
potrà essere corretto con semplici suggerimenti o indicazioni operative;
– manca una chiara strategia sullo sviluppo futuro di quest’opera che se restasse ferma in
Feltrina, sarebbe utile solo marginalmente; quali prospettive ha la Provincia di Treviso
sull’argomento?
– non vi è alcuna urgenza di esecuzione di quest’opera di cui si parla dal 1992 e che è
“transitata” senza colpo ferire nel Programmi Triennali Regionali dal 2004 ad oggi.
– la nuova strada, se deve essere fatta, debba essere fatta rispettando cio’ che esiste e
nel modo migliore.
Probabilmente sarà opportuno richiedere che Veneto Strade ritiri il suo progetto preliminare e lo rediga in modo conforme alle aspettative del territorio e dei cittadini, visto che difficilmente in un solo mese e mezzo (agosto, per di più’…) saranno prospettate ed accettate le modifiche
richieste.
Italia Nostra prosegue intanto il suo percorso per informare e verificare le criticità del progetto e questo pomeriggio ci sarà una passeggiata attraverso i campi dove è previsto il passaggio della nuova tangenziale.
Chi è interessato a collaborare puo’ dare la sua adesione alla mail treviso@italianostra.org
ITALIA NOSTRA Treviso
il presidente
Romeo Scarpa

Annunci

Autore: Stefano Dall'Agata

Sono nato a Treviso il 6 dicembre 1960, ho conseguito il Diploma di Perito Chimico industriale presso l’ITIS “Enrico Fermi” di Treviso. In gioventù ho praticato atletica leggera e Tae Kwon Do, ma la mia grande passione è la musica, ho anche collaborato come DJ a varie radio locali. Lavoro come carrellista e sono iscritto al sindacato Filt Cgil di Treviso. Ho iniziato a partecipare alla politica attiva nel 1994 prima con il PDS, poi con i DS, arrivando a ricoprire la carica di Responsabile Regionale Ambiente e Territorio. Al loro scioglimento ho deciso di non aderire al PD e ho proseguito il mio percorso prima con Sinistra Democratica e poi con Sinistra Ecologia Libertà, che ho lasciato nel 2013 per motivi etico-morali. Alle Elezioni Amministrative per il mandato 2006/2011 sono stato eletto al Consiglio Provinciale della Provincia di Treviso. Parallelamente si è svolto anche il mio impegno nell’associazionismo, nel volontariato e nella cooperazione con Banca Etica, la Rete Lilliput, Coop Adriatica e Legambiente; nel 2011 sono stato il coordinatore provinciale del comitato referendario contro il nucleare. Dal 2014 partecipo alle attività del Gruppo Promozione e dal febbraio 2016 sono membro della Comunità di Ubuntu-it . Dal 9 febbraio 1979 condivido la mia vita con Maria G. Di Rienzo .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...