Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata


Lascia un commento

Oasi San Daniele 5

Stasera alle 21.00 alla palestra comunale di Borso del Grappa il Comitato Oasi incontra i cittadini e le Amministrazioni per ribadire la sua posizione di contrarietà alle centrali a olio combustibile nel territorio della Pedemontana (a me gli impianti proposti sembrano più dei gruppi elettrogeni che cogeneratori n.d.r.), e per lanciare un patto per la Pedemontana.

Per il volantino:

volantino oasi 30_04_10

Annunci


Lascia un commento

Tariffe postali e non profit

Il testo dell’ODG presentato che andrà in discussione nel Consiglio Provinciale di stasera, a seguire l’Appello di VITA.

AL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TREVISO

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE

ORDINE DEL GIORNO URGENTE

VERIFICATO CHE

Il decreto interministeriale del 30 marzo 2010 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31 marzo 2010 n. 75 afferma che “le tariffe agevolate per le spedizioni di  prodotti editoriali  di cui ai decreti ministeriali del 13 novembre 2002 e  del 1 febbraio 2005, continuano ad applicarsi fino al 31 marzo 2010”. Ciò significa che vengono soppresse le tariffe agevolate postali per tutta l’editoria libraria, quotidiana e periodica, in vigore con effetto immediato dal 1 aprile. Tale decisione del Governo colpisce in maniera molto dura le organizzazioni del settore non profit. L’aumento infatti è del 500% circa per ogni singola spedizione. Concretamente, tale aumento delle tariffe postali colpisce duramente la raccolta fondi di tutte le organizzazioni non profit e causa un ingente aumento dei costi con gravi ripercussioni sui fondi destinati ai progetti.

CONSIDERATO CHE,

nonostante il decreto specifichi che un successivo provvedimento potrebbe stabilire ulteriori agevolazioni, ciò comporterà un periodo di vacatio tra l’entrata in vigore del primo e l’eventuale successivo che coincide con un momento dell’anno in cui in genere ogni organizzazione attua delle spedizioni ai propri donatori.

IL CONSIGLIO PROVINCIALE DI TREVISO SI APPELLA

al governo affinché vengano immediatamente adottate delle misure che evitino un vertiginoso aumento del budget delle spedizioni che, anche in ragione delle tempistiche scelte per l’entrata in vigore del provvedimento, non potrà che tradursi in un decremento dei fondi destinati ai diversi progetti di solidarietà e di volontariato delle organizzazioni non profit.

TREVISO, 7 APRILE 2010

I CONSIGLIERI

Lorenzo Biagi

Stefano Dall’Agata

Continua a leggere


Lascia un commento

Centomila firme in 48 ore

COMUNICATO STAMPA

Centomila firme in 48 ore, parte alla grande la raccolta firme per i referendum

Il Comitato Promotore: “Un risveglio civile che parte dall’acqua”

Una partenza straordinaria quella della raccolta firme per i referendum per l’acqua pubblica.

Più che raddoppiato l’obiettivo che il Comitato promotore si era dato alla vigilia del lancio. Sono infatti oltre centomila le firme raccolte nel fine settimana della Liberazione in centinaia di piazze italiane.

Una mobilitazione impressionante che ha visto lunghe file ai banchetti di tutte le città e dei paesi. Un folla consapevole e determinata, che in alcuni casi ha fatto anche diversi chilometri per trovare il banchetto più vicino a casa (l’elenco completo è su www.acquabenecomune.org).

Oltre 12mila firme in un solo giorno in Puglia, 10mila a Roma, 4mila firme a Torino città, 3500 a Bologna, 2500 a Milano. Dati impressionanti dalle piccole città: 4200 firme a Savona e provincia, 2mila firma a Latina e Modena, oltre 1500 ad Arezzo e Reggio Emilia. Dati sorprendenti sui paesi 1300 firma ad Altamura, 850 a Lamezia Terme.

Molti sindaci e amministratori hanno firmato in piazza, tra cui i sindaci di Ravenna ed Arezzo (entrambi Pd). In Molise Monsignor Giancarlo Bregantini (Arcivescovo metropolita di Campobasso) ha firmato in rappresentanza dei 4 vescovi delle Diocesi della Provincia.

Il comitato promotore esprime tutta la sua soddisfazione per il successo delle iniziative. Siamo di fronte ad un vero e proprio risveglio civile, un risveglio che parte da associazioni e da cittadini liberi, un risveglio che parte dall’acqua.


Luca Faenzi
Ufficio Stampa Comitato Referendum Acqua Pubblica
ufficiostampa@acquabenecomune.org
+39 338 83 64 299
Skype: lucafaenzi
Via di S. Ambrogio n.4 – 00186 Roma
Tel./Fax. 06/68136225 Lun.-Ven. 10:00-19:00
www.acquabenecomune.org


Lascia un commento

Muraro come Renzo Bossi

Muraro contro la nazionale e contro la resistenza: il successo elettorale dà alla testa

Dispiace constatare che oramai l’ideologo di riferimento del Presidente Muraro sia Renzo Bossi, noto come la Trota, già famoso per il suo cattivo rapporto con gli esami di maturità e ora consigliere regionale della Lombardia. Dopo aver scaricato la nazionale italiana, ora se la prende con un altro simbolo dell’unità nazionale come è Bella Ciao. Descrivere la canzone del partigiano come di parte è una autentica sciocchezza. “Bella ciao” nasce da una canzone delle mondine, sul duro lavoro nelle risaie tra gli insetti e le zanzare e sull’ansia di liberazione dallo sfruttamento, sulla quale è stato innestato un testo che parla del riscatto della patria e della lotta per la libertà contro l’invasore. Se Muraro ritiene che una delle canzoni simbolo della Resistenza e della lotta di Liberazione sia una canzone di parte, allora ci chiediamo quale sia quell’altra parte nella quale si colloca Muraro, e ci preoccupiamo.

Da tempo denunciamo l’involuzione autoritaria e di estrema destra che sta vivendo una parte della Lega Nord. Quando in Consiglio Provinciale proponemmo un ordine del giorno contro la proposta di legge che intendeva equiparare i combattenti della Repubblica fascista di Salò ai partigiani, la Lega e il PDL si opposero. Poi fu lo stesso Berlusconi a bloccare l’iniziativa. Così come abbiamo più volte denunciato l’impegno scarso, se non nullo, della Provincia riguardo alle celebrazioni del giorno della memoria.

Il successo elettorale forse sta dando alla testa, auspichiamo che anche i leghisti si rendano conto che vi sono valori non disponibili alla lotta politica ma da custodire come simboli e fattori della coesione nazionali. Tra questi, sicuramente, c’è anche l’antifascismo.

Luca De Marco, Stefano Dall’Agata

Consiglieri provinciali Sinistra Ecologia Libertà


Lascia un commento

Art. 18 – Presidio Cgil a Treviso il 26 aprile ore 18

https://i0.wp.com/www.treviso.cgil.it/immagini/2010_no.jpg

L’iter parlamentare della Legge relativa al processo del lavoro e arbitrato che mette in discussione l’art.18 e i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, ha ripreso un percorso a tappe forzate con l’approdo del disegno di legge in Parlamento per il dibattito per lunedì 26 aprile. La Cgil ha deciso una serie di iniziative su tutto il territorio nazionale e una giornata di mobilitazione proprio per il 26 aprile. Anche a Treviso è stato organizzato un presidio davanti alla Prefettura dalle ore 18 alle ore 20. Vedi volantino allegato. Tutti sono invitati a partecipare e far partecipare.

PRESIDIO VOLANTINO


Lascia un commento

In ricordo di Ipazia

Esce nelle sale  il 23 aprile Agorà, il film su Ipazia di Alessandria, da vedere per chi pensa che sia solo l’Islam il nemico della Civiltà e del pensiero scientifico,  dobbiamo ricordare che troppo spesso la religione si fa dogma ed a pagarne il prezzo è chi onestamente cerca la verità.

Il sito ufficiale italiano del Film:

http://agora.mikado.it/

Il trailer:


1 Commento

Contro la caccia selvaggia, OdG in Provincia

Ciò che è avvenuto in Commissione Agricoltura a Montecitorio con l’approvazione   del comma 2 lettera b dell’Art. 43 della legge Comunitaria, dando alle regioni la possibilità di estendere la stagione di caccia oltre l’attuale limite del 31 gennaio, costituisce una vera e propria vergogna.

È di fatto un vero e proprio attentato alla fauna selvatica e alla biodiversità del nostro Paese, già ampiamente a rischio, nonché una liberalizzazione della caccia ed una autentica provocazione nei confronti dell’Europa perché in risposta alle procedure di infrazione dell’Europa contro l’Italia per le troppe deroghe, si fa esattamente il contrario.
Mi auguro che ora in Aula vi sia un sussulto di dignità dei Parlamentari e che magari la signora Prestigiacomo si ricordi di essere anche il Ministro dell’Ambiente.
Allo scopo, al Consiglio Provinciale di stasera, proporremo un’ODG urgente per chiedere al Parlamento la bocciatura del provvedimento in questione.

Stefano Dall’Agata – Sinistra Ecologia Libertà
Consigliere Provincia di Treviso

Approvato l’ODG! 18 a 10

ODG Caccia Art 38

Continua a leggere