Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

Il fido STILL

4 commenti

Il Consigliere operaio con il suo STILL FM14

Mia foto al lavoro con la fida cavalcatura, per i miei colleghi si può andare al sito della Siri-Informatica:

http://www.siri-informatica.it/portal/?q=node/23

Annunci

Autore: Stefano Dall'Agata

Sono nato a Treviso il 6 dicembre 1960, ho conseguito il Diploma di Perito Chimico industriale presso l’ITIS “Enrico Fermi” di Treviso. In gioventù ho praticato atletica leggera e Tae Kwon Do, ma la mia grande passione è la musica, ho anche collaborato come DJ a varie radio locali. Lavoro come carrellista e sono iscritto al sindacato Filt Cgil di Treviso. Ho iniziato a partecipare alla politica attiva nel 1994 prima con il PDS, poi con i DS, arrivando a ricoprire la carica di Responsabile Regionale Ambiente e Territorio. Al loro scioglimento ho deciso di non aderire al PD e ho proseguito il mio percorso prima con Sinistra Democratica e poi con Sinistra Ecologia Libertà, che ho lasciato nel 2013 per motivi etico-morali. Alle Elezioni Amministrative per il mandato 2006/2011 sono stato eletto al Consiglio Provinciale della Provincia di Treviso. Parallelamente si è svolto anche il mio impegno nell’associazionismo, nel volontariato e nella cooperazione con Banca Etica, la Rete Lilliput, Coop Adriatica e Legambiente; nel 2011 sono stato il coordinatore provinciale del comitato referendario contro il nucleare. Dal 2014 partecipo alle attività del Gruppo Promozione e dal febbraio 2016 sono membro della Comunità di Ubuntu-it . Dal 9 febbraio 1979 condivido la mia vita con Maria G. Di Rienzo .

4 thoughts on “Il fido STILL

  1. consiglio di togliere snap perchè oltre ad essere invadente ha della pubblicità di m…a . Ma perchè non pubblicizzi banca etica ?ciao

  2. Il link di Banca Etica è a fianco. Snap è disabilitabile dal singolo utente
    http://en.support.wordpress.com/snap-shots/

  3. bella l’idea del blog, anche la foto operaia ci sta!

  4. Caro Stefano,
    finalmente una persona che non si vergogna di mostrare che fa un lavoro normale (in sicurezza con il giubbino naturalmente). Auguri anche per la tua attività politica che a mio parere, conoscendoti da anni, fai col massimo rispetto delle regole e dell’etica. A differenza dei nostri soliti acchiappaposti definitivi , dei nostri soliti cavalcatori perenni della politica. Penso che la corsa alle poltroncine finirebbe se si proponesse ai parlamentari e in regione la paga max uguale a due stipendi medi di impiegato pubblico, come hanno votato i parlamentari del primo parlamento costituente italiano. Naturalmente con note spese a piè di lista e cancellazione di tutti i privilegi (stampa, viaggi, finanziam. pubblico, pensioni baby, etc). E poi a casa a lavorare dopo due legislature, a fare il lavoro di prima. Sarebbero politici di qualità e diventerebbe una politica di qualità finalmente fatta nell’interesse generale. La prima priorità per questa crisi irreversibile.
    Gianluigi Salvador

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...