Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

Pedemontana, un progetto che non è un progetto

2 commenti


Ieri sera (29/1/10) al Teatro Comunale di Falzè di Trevignano si è affrontato, su iniziativa dei Comitati di Treviso e Vicenza e con la collaborazione di Legambiente Trevignano, il tema degli impatti che avrà sul nostro territorio questa opera pubblica.

Dalla Relazione del Prof. Giacomini dell’IUAV è emersa chiaramente la carenza progettuale relativamente agli aspetti degli impatti acustici ed ambientali.

La cartografia depositata, e sulla quale si dovrebbero fare le Osservazioni previste dalla “Legge Obiettivo” è poi estremamente carente: sono evidenziate chiaramente la sola linea stradale, le altimetrie e la lista degli espropri, mancano le sezioni particolari, i confini delle fasce di rispetto, il reticolo idraulico e le viabilità rurali; tant’è che è emersa dall’assemblea la richiesta di proroga dei termini e della presentazione di una cartografia più dettagliata.

È stato sottolineato inoltre come il progetto definitivo risulti addirittura più impattante del progetto preliminare: molti tratti che erano previsti in trincea sono ora definiti in sopraelevato, emblematico il caso del Comune di Volpago, così com’è da approfondire la questione del Casello di Povegliano.

Per parte mia credo sia opportuno che la valutazione delle differenze di impatto tra i due progetti, e di quelle che sono le modifiche necessarie alla vivibilità del nostro territorio trovino risposta in un confronto tra il Consiglio Provinciale e i Comitati e le Associazioni ambientaliste, oltre naturalmente al già avviato lavoro tra Amministrazione Provinciale e Comuni interessati.

Stefano Dall’Agata – Sinistra Ecologia e Libertà

Capogruppo Sinistra Democratica Provincia di Treviso

Annunci

Autore: Stefano Dall'Agata

Sono nato a Treviso il 6 dicembre 1960, ho conseguito il Diploma di Perito Chimico industriale presso l’ITIS “Enrico Fermi” di Treviso. In gioventù ho praticato atletica leggera e Tae Kwon Do, ma la mia grande passione è la musica, ho anche collaborato come DJ a varie radio locali. Lavoro come carrellista e sono iscritto al sindacato Filt Cgil di Treviso. Ho iniziato a partecipare alla politica attiva nel 1994 prima con il PDS, poi con i DS, arrivando a ricoprire la carica di Responsabile Regionale Ambiente e Territorio. Al loro scioglimento ho deciso di non aderire al PD e ho proseguito il mio percorso prima con Sinistra Democratica e poi con Sinistra Ecologia Libertà, che ho lasciato nel 2013 per motivi etico-morali. Alle Elezioni Amministrative per il mandato 2006/2011 sono stato eletto al Consiglio Provinciale della Provincia di Treviso. Parallelamente si è svolto anche il mio impegno nell’associazionismo, nel volontariato e nella cooperazione con Banca Etica, la Rete Lilliput, Coop Adriatica e Legambiente; nel 2011 sono stato il coordinatore provinciale del comitato referendario contro il nucleare. Dal 2014 partecipo alle attività del Gruppo Promozione e dal febbraio 2016 sono membro della Comunità di Ubuntu-it . Dal 9 febbraio 1979 condivido la mia vita con Maria G. Di Rienzo .

2 thoughts on “Pedemontana, un progetto che non è un progetto

  1. BUON POMERIGGIO STEFANO , VOLEVO RINGRAZIARTI DEL CORTESE COMMENTO , CHE CONDIVIDO .
    .
    SONO STATO IN GIRO SUL TUO BLOG E HO POTUTO NOTARE , CHE CONDIVIDIAMO MOLTO ( VERAMENTE TANTO , ARTI MARZIALI A PARTE ) . DALLA PASSIONE PER LA MUSICA , ALLA VISIONE DI UN MODO ALTERNATIVO DI FARE POLITICA .
    .
    ANCHE SE VIVIAMO IN LUOGHI DISTANTI ( IO SONO PARTENOPEO ) , VEDO CHE I PROBLEMI DA AFFRONTARE SONO MOLTO SIMILI .
    .
    IL MIO PROSSIMO POST , SARA’ SUGLI O.G.M. , QUI SI VUOLE DISTRUGGERE IL PAESE , DAL NUCLEARE AI GENETICAMENTE MODIFICATI , PASSANDO PER LE POLVERI SOTTILI DEGLI INCENERITORI E LA PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA .
    .
    NECESSITA RISVEGLIARE LE COSCIENZE SUL TEMA DELL’ECOLOGIA E DELLA SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO .
    .
    TI LASCIO UN SALUTO , CON L’ AUGURIO DI TENERCI IN CONTATTO .
    .
    BRUNO710

    • Anche se non apprezzi le arti marziali, ti consiglio di noleggiare Red Cliff (I e II), che è un film sulla guerra, ma non a favore della guerra.
      Poi non ci si può perdere l’uscita di Invictus, che piaccia o meno il rugby; io sono da Treviso, ma non ho ancora visto una partita…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...