Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

Pane Cave e Fantasia

Lascia un commento

Prendo atto del chiarimento che arriva dal Movimento a 5 Stelle, meglio tardi che mai!
Sottolineo però che ci troviamo davanti all’esempio concreto della pratica non politica (che spesso appare antipolitica).
Il fatto che dal gruppo dei grillini di Ponzano siano uscite delle posizioni a dir poco fantasiose «La convenzione è un airbag che si apre se succede l’incidente» come ha sintetizzato Franco Dal Col, è però sintomo di pressapochismo e di subalternità alla Lega Nord e al Sindaco Granello.
La monetizzazione della salute praticata attraverso la convenzione e i “trenta denari” dei cavatori non ha giustificazioni di sorta, e ribadisco che il voto contrario alla cava Morganella espresso da Giorgio Granello nel Consiglio Provinciale del 15 settembre 2008 non è giustificabile con la poca conoscenza dei fatti: se l’allora Presidente della IV Commissione Ecologia e Cave votava l’ODG in Consiglio Provinciale senza essere in grado di comprendere cosa votava, forse è il caso che si dedichi alla vita privata e abbandoni la politica, nonché che la Lega Nord sappia scegliere persone o più competenti, o più coerenti (ammesso e non concesso che per la Lega competenza e coerenza siano valori).
Stefano Dall’Agata – Sinistra Ecologia e Libertà
Consigliere Provincia di Treviso

Riferimento articolo Gazzettino:

Martedì 19 Gennaio 2010,
Riflettori ancora puntati sul progetto di approfondimento della cava “Morganella”.
I Grillini si schierano con il sindaco Granello e difendono l’accordo che la giunta di centrodestra ha sottoscritto con i tre cavatori proprietari (Biasuzzi, Calcestruzzi e SuperBeton) che hanno spedito la richiesta in Regione.
«La convenzione è un airbag che si apre se succede l’incidente» sintetizza Franco Dal Col.
Quale sarebbe l’incidente? Il via libera alle ruspe da parte di palazzo Balbi. «Speriamo che il progetto venga respinto – aggiunge il leader di “Ponzano a 5 stelle” – ma almeno, nella peggiore delle ipotesi, i cavatori sono legati a un vincolo».
Nel patto tra i proprietari della “Morganella”, però, ci sono ancora molti punti da chiarire. Per questo la lista civica, che ha corso alle ultime elezioni comunali, sta organizzando un incontro pubblico tra tutte le parti interessate, compresi i tecnici che hanno redatto le perizie per conto dei tre cavatori. «La convenzione è interessante perché negli anni tutte le amministrazioni che si sono opposte alle attività di escavazione non hanno mai portato a casa nulla», spiega Dal Col.
E su Internet, all’indirizzo www.ponzano.info, sta per nascere una banca dati pubblica dedicata all’argomento. Anche se, dopo le bacchettate degli ultimi giorni, la polemica resta dietro l’angolo. «All’inchiesta pubblica in Regione per Ponzano eravamo solo in quattro: io, il sindaco Granello e due residenti che “nella cava” ci vivono da sempre – continua Dal Col – Non c’erano Niero, Massolin o Durante; non c’era nessuno del centrodestra o del centrosinistra e nessun pseudo ambientalista di Ponzano: non bastano le petizioni su Internet e i gruppi in Facebook di Niero per fermare le intenzioni dei cavatori».
Nel frattempo sul progetto di approfondimento dagli attuali 40 a 65 metri sotto il piano campagna, per circa 8,8 milioni di metri cubi di ghiaia da scavare in altri 15 anni, c’è una ridda di cifre. Per il Comune, infatti, fermo restando un beneficio pubblico stimato in circa 20 milioni di euro, i cavatori guadagnerebbero circa 50 milioni di euro. Per altri, però, l’incasso sfiorerebbe i 90 milioni di euro. Mentre per Paeseambiente l’ulteriore escavazione porterebbe nelle tasche dei tre proprietari addirittura 120 milioni di euro. «La commissione Via non ha risposto ai nostri quesiti – sottolinea Andrea Zanoni – ma ai perché c’è solo una risposta: i 128 milioni di euro che incasseranno i cavatori da questa cosiddetta riqualificazione ambientale».

Il gruppo che fa capo alla lista civica Grillitreviso avente il Consigliere comunale David Borrelli ribadisce la contrarietà a qualsiasi tipo di escavazione e a qualsiasi tipo di sfruttamento “incontrollato” del territorio.
Pur immaginando eventuali considerazioni fatte dal gruppo di Ponzano a 5 stelle, riteniamo doveroso ribadire il nostro no incondizionato a qualsiasi sfruttamento ulteriore del nostro territorio.
A conferma della attenzione posta a tutela del territorio due delle cinque stelle, Energia e Ambiente, prevedono il fermo NO al Nucleare e a qualsiasi forma di INCENERIMENTO bensì l’utilizzo dei fondi per la riduzione  dello spreco energetico (es: coibentazione degli edifici, lampadine a basso consumo), per incentivare le fonti rinnovabili  e l’ autoproduzione di energia e una raccolta differenziata .

MOVIMENTO A 5 STELLE

Annunci

Autore: Stefano Dall'Agata

Sono nato a Treviso il 6 dicembre 1960, ho conseguito il Diploma di Perito Chimico industriale presso l’ITIS “Enrico Fermi” di Treviso. In gioventù ho praticato atletica leggera e Tae Kwon Do, ma la mia grande passione è la musica, ho anche collaborato come DJ a varie radio locali. Lavoro come carrellista e sono iscritto al sindacato Filt Cgil di Treviso. Ho iniziato a partecipare alla politica attiva nel 1994 prima con il PDS, poi con i DS, arrivando a ricoprire la carica di Responsabile Regionale Ambiente e Territorio. Al loro scioglimento ho deciso di non aderire al PD e ho proseguito il mio percorso prima con Sinistra Democratica e poi con Sinistra Ecologia Libertà, che ho lasciato nel 2013 per motivi etico-morali. Alle Elezioni Amministrative per il mandato 2006/2011 sono stato eletto al Consiglio Provinciale della Provincia di Treviso. Parallelamente si è svolto anche il mio impegno nell’associazionismo, nel volontariato e nella cooperazione con Banca Etica, la Rete Lilliput, Coop Adriatica e Legambiente; nel 2011 sono stato il coordinatore provinciale del comitato referendario contro il nucleare. Dal 2014 partecipo alle attività del Gruppo Promozione e dal febbraio 2016 sono membro della Comunità di Ubuntu-it . Dal 9 febbraio 1979 condivido la mia vita con Maria G. Di Rienzo .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...