Fabbrica Treviso

Blog di Stefano Dall'Agata

Telefono Rosa Treviso e Assessora Trentin

Lascia un commento

https://i2.wp.com/www.femminiletreviso.org/photo/logo_tel_rosa.jpg

Ho ricevuto la lettera aperta che la Presidente del Telefono Rosa di Treviso (Dott.ssa Rita Giannetti) ha inviato al Presidente Muraro e non posso che commentare in modo estremamente negativo il fatto che l’Assessorato alle Pari Opportunità si sia dimenticato di citare quella che è l’unica realtà significativa in Provincia di Treviso nel campo della lotta alla violenza sulle donne.

Trovo che il Presidente Muraro e la sua Giunta lascino spesso a desiderare rispetto alla capacità di dare risposte reali alle istanze e ai bisogni della Marca, ma nel caso dell’Assessora Barbara Trentin credo che si possa affermare la piena conferma della pochezza della sua opera amministrativa.

Non è la prima volta che stigmatizziamo il suo stile arrogante e la sua capacità di proporre tanti Convegni in cui dar lustro alla propria presenza, ma non di dare sostanza e prospettiva alle deleghe per cui ricopre l’incarico.

Spero che si possa porre al più presto rimedio all’errore, e che si recuperi un rapporto più proficuo di collaborazione tra l’Ente che anch’io rappresento (sebbene dai banchi dell’Opposizione) e il Telefono Rosa di Treviso.

Stefano Dall’Agata – Sinistra Ecologia e Libertà

Consigliere Provincia di Treviso

Al Presidente della Provincia Dott. L. Muraro

Alla Commissione Provinciale Pari Opportunità

Alla Giunta Provinciale

Ai Consiglieri Provinciali

e per c. All’Assessore Regionale alle Pari Opportunità

Marialuisa Coppola

Al Gazzettino di Treviso

Alla Tribuna di Treviso

Oggetto : Opuscolo della Provincia“Servizi offerti dal territorio per le donne”

Ricevendo il vostro opuscolo “Servizi offerti dal territorio per le donne” predisposto dall’Assessorato alle Politiche Sociali e Pari Opportunità della Provincia, abbiamo rilevato che la nostra Associazione “Telefono Rosa di Treviso” non è stata inserita. Vi alleghiamo il nostro opuscolo informativo e vi chiediamo di inserirci rappresentando l’unico servizio del territorio provinciale che si occupa di violenza sulle donne offrendo consulenze legali, psicologiche, accoglienza e ascolto gratuitamente (dati 2009 : n.178 donne che hanno usufruito di almeno tre prestazioni ciascuna).

Cordiali saluti.

La Presidente del Telefono Rosa di Treviso

(Dott.ssa Rita Giannetti)


La Tribuna, 5 gennaio 2010
Pagina 15 – Cronaca
Servizi alle donne, la Provincia dimentica Telefono Rosa
Gaffe della Trentin: esclusa dall’opuscolo la storica associazione. La Sinistra: il solito stile arrogante

Un opuscolo della Provincia presenta tutti i servizi del territorio a favore delle donne. Ma resta fuori, incredibilmente, Telefono Rosa, l’unica realtà che si occupa di sostegno alle donne oggetto di violenza, dentro e fuori le mura domestiche. E lo fa da più di 20 anni, quando ancora non c’erano le commissioni sulle pari opportunità. La «gaffe» è segnalata dalla stessa presidente di Telefono Rosa di Treviso, Rita Giannetti, in una garbata ma ferma lettera inviata al presidente della Provincia, Leonardo Muraro, e all’assessore alle Politiche Sociali, Barbara Trentin. «Abbiamo ricevuto il vostro opuscolo – scrive Giannetti – ma abbiamo rilevato che la nostra associazione non è stata inserita». Allegato l’opuscolo informativo, e la richiesta di inserire l’associazione nell’opuscolo, con tanto di riferimenti telefonici, logistici e indirizzo mail. «Siamo l’unico servizio del territorio che si occupa di violenza sulle donne offrendo consulenze legali, psicologiche, accoglienza e ascolto gratuitamente – scrive Giannetti – nel 2009 abbiamo seguito ben 178 donne, che hanno usufruito di almeno tre servizi ad hoc l’una». Sul caso interviene Stefano dall’Agata, consigliere provinciale per Sinistra e Libertà: «Trovo che Muraro e la sua giunta lascino spesso a desiderare rispetto alla capacità di dare risposte reali alle istanze e ai bisogni della Marca, ma nel caso dell’assessora Barbara Trentin credo che si possa affermare la piena conferma della pochezza della sua opera amministrativa. Non è la prima volta che stigmatizziamo il suo stile arrogante e la sua capacità di proporre tanti convegni in cui dar lustro alla propria presenza, ma non di dare sostanza e prospettiva alle deleghe per cui ricopre l’incarico. Spero si possa rimediare al più presto».

Annunci

Autore: Stefano Dall'Agata

Sono nato a Treviso il 6 dicembre 1960, ho conseguito il Diploma di Perito Chimico industriale presso l’ITIS “Enrico Fermi” di Treviso. In gioventù ho praticato atletica leggera e Tae Kwon Do, ma la mia grande passione è la musica, ho anche collaborato come DJ a varie radio locali. Lavoro come carrellista e sono iscritto al sindacato Filt Cgil di Treviso. Ho iniziato a partecipare alla politica attiva nel 1994 prima con il PDS, poi con i DS, arrivando a ricoprire la carica di Responsabile Regionale Ambiente e Territorio. Al loro scioglimento ho deciso di non aderire al PD e ho proseguito il mio percorso prima con Sinistra Democratica e poi con Sinistra Ecologia Libertà, che ho lasciato nel 2013 per motivi etico-morali. Alle Elezioni Amministrative per il mandato 2006/2011 sono stato eletto al Consiglio Provinciale della Provincia di Treviso. Parallelamente si è svolto anche il mio impegno nell’associazionismo, nel volontariato e nella cooperazione con Banca Etica, la Rete Lilliput, Coop Adriatica e Legambiente; nel 2011 sono stato il coordinatore provinciale del comitato referendario contro il nucleare. Dal 2014 partecipo alle attività del Gruppo Promozione e dal febbraio 2016 sono membro della Comunità di Ubuntu-it . Dal 9 febbraio 1979 condivido la mia vita con Maria G. Di Rienzo .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...